ospedale Morelli

ACCORDO CON L'OSPEDALE NIGUARDA DI MILANO: IN VALLE I MEDICI SPECIALISTI PER RAFFORZARE L'ORGANICO

Garantire il reperimento di risorse umane, superando il precariato e il sistema delle cooperative, per assicurare alti standard qualitativi agli utenti, in primo luogo rispettando i tempi nelle richieste di visite, esami e interventi chirurgici. È un impegno in due direzioni quello formalizzato nelle delibere approvate oggi dal direttore generale Monica Fumagalli che sarà sancito con la sottoscrizione dell'accordo per la migliore gestione del personale sanitario tra l'Asst Grande Ospedale Metropolitano Niguarda e l'Asst Valtellina e Alto Lario.

IL DIRETTORE GENERALE AI SINDACI DELL'ALTA VALLE: «PROCEDERE UNITI PER RISOLVERE I PROBLEMI»

Lavoro in rete, criticità e possibili soluzioni, investimenti, progetti, sinergie sono stati al centro del primo incontro del direttore generale Monica Fumagalli con i sindaci dei Comuni dell'Alta Valle, Bormio, Livigno, Sondalo, Valdidentro, Valdisotto e Valfurva, che si è svolto ieri all'Ospedale Morelli. La convocazione segue le visite nei presidi ospedalieri aziendali e, per quanto riguarda nello specifico Sondalo, la riunione con i responsabili delle Unità operative e i coordinatori del 12 gennaio scorso.

ASSE NIGUARDA-VALTELLINA, PRIMI IMPORTANTI RISULTATI: CINQUE NUOVI NEUROLOGI IN SERVIZIO

Il dottor Mario Melazzini è stato nominato direttore sanitario dell'Asst Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano. Un incarico importante in un Polo ospedaliero di valenza nazionale che avrà un ruolo centrale anche per le Olimpiadi Milano Cortina 2026: l'esperienza maturata in oltre un anno di lavoro alla guida del Morelli e i rapporti instaurati, consentiranno di sviluppare ulteriormente la sinergia tra le due strutture che ha già prodotto i primi, importanti risultati.

OSPEDALE DI SONDALO: ATTIVATI 10 POSTI LETTO AGGIUNTIVI PER GESTIRE LO STRAORDINARIO AFFLUSSO

Un periodo straordinario, per l'ampia diffusione delle sindromi respiratorie e per l'eccezionale afflusso di turisti in provincia di Sondrio, ha richiesto un intervento altrettanto straordinario da parte dell'Asst Valtellina e Alto Lario per ricavare dieci posti letto aggiuntivi all'Ospedale di Sondalo e soddisfare le richieste dei pazienti che sempre più numerosi si presentano in Pronto soccorso, in particolare di anziani e fragili.

FIOCCO ROSA ALL'OSPEDALE DI SONDALO: MARTINA È LA PRIMA NATA DEL 2024

È una bambina, il 2 gennaio, a inaugurare il 2024 nei Punti nascita degli Ospedali della provincia di Sondrio: esattamente quanto era avvenuto all'inizio del 2023. Alle 10.10 di questa mattina, nella sala parto del Presidio ospedaliero Morelli, ha visto la luce Martina Rinaldi, di Sondalo, la prima nata del nuovo anno in Valtellina. Ad accoglierla mamma Manuela e papà Marco, emozionati e orgogliosi per la nascita della loro bambina. All'Ospedale di Sondrio il primo parto del 2024 è invece atteso nelle prossime ore, forse entro la mezzanotte.

ALTA SPECIALIZZAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE: AL MORELLI UN INTERVENTO MAI ESEGUITO PRIMA IN VALTELLINA 

Una nuova metodica introdotta, un intervento mai realizzato prima in Valtellina: la conferma dell'alta qualità delle cure garantite negli ospedali della provincia di Sondrio, grazie alla presenza di personale medico di alto livello e di strumentazione all'avanguardia. Nei giorni scorsi, al Presidio Ospedaliero di Sondalo è stato effettuato un intervento ad alto rischio di chirurgia toracica con il fondamentale supporto dell'ECMO, acronimo di extracorporeal membrane oxygenation, ossigenazione extracorporea a membrana.

INNOVAZIONE NELLA CURA: ALL'OSPEDALE MORELLI INTRODOTTO IL TRATTAMENTO PER PATOLOGIA ANORETTALE E SACROCOCCIGEA

Limitata invasività, ottimi risultati e rapido ritorno alle normali attività: grazie al trattamento con laser delle patologie di ano-retto e sacrococcigee, la Struttura complessa di Chirurgia generale del Presidio ospedaliero di Sondalo, diretta dal dottor Pietro Taliente, offre la migliore qualità di cura ai pazienti. I primi intervento, eseguito nelle scorse settimane dal dottor Efrem Ghislotti, responsabile dell'Ambulatorio di colonproctologia, e dalla dottoressa Maria Chiara Vailati, è stato brillantemente concluso.

OSPEDALE MORELLI: PROGETTI DI SVILUPPO E IL PIENO SOSTEGNO DI REGIONE LOMBARDIA E ASST VALTELLINA E ALTO LARIO

Un anno di lavoro, un Piano di sviluppo già definito, riorganizzazione in funzione dell'efficientamento, la produzione che cresce e una criticità, comune a tutta Italia, che, al momento, non consente di dare corso alle innovazioni previste. Ma si lavora per il domani, non per l'oggi, e quello che attualmente non è possibile realizzare lo sarà in futuro.

LA DONAZIONE DI "INSIEME PER VINCERE": UN CICLOERGOMETRO PER L'OSPEDALE MORELLI

La generosità dei valtellinesi non conosce limiti, così come l'attenzione nei confronti degli Ospedali, e sono  sempre numerose le donazioni da parte di associazioni di volontariato, di privati cittadini e di enti. Il caso di "Insieme per vincere", l'organismo attivo in Alta Valtellina, è emblematico e conferma questa attitudine al dono, nel caso specifico sostenuta da un'attenta programmazione e completata dalle attività svolte a sostegno dei pazienti.