(LNews – Milano, 14 set) Approvato dalla Giunta regionale lombarda il Programma degli interventi per il 2021 nell’ambito dell’AQST della provincia di Sondrio, da finanziare sui fondi dei canoni del demanio idrico riscossi nell’anno 2020, ammontanti a 19.500.000 euro, ai quali si aggiungono 3.960.986 euro relativi a parte dei canoni aggiuntivi 2020 dovuti dai concessionari per il proseguimento temporaneo dello sfruttamento idroelettrico, per l’importo complessivo di 23.460.986 euro.

17,9 MILIONI DI INVESTIMENTI – “Le risorse complessive disponibili per investimenti – spiega l’assessore a Enti locali, Montagna e Programmazione negoziata – al netto della quota di 5,5 milioni di euro trattenuta in parte corrente dalla Provincia per le funzioni delegate da Regione Lombardia, ammontano a 17,9 milioni di euro”.

RISORSE E PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI – Suddividendo le risorse tra i quattro ambiti di intervento  previsti nella programmazione AQST si evidenzia  un sostanziale equilibrio di attribuzione delle somme destinate alla viabilità (riqualificazione e manutenzione straordinaria rete stradale provinciale e comunale, marciapiedi, strade montane, ecc.) per un ammontare di contributi di 6.946.000 euro ed ai contributi  riservati  al risparmio energetico e riqualificazione urbana, pari a 7.750 euro, per interventi su scuole, edifici comunali, parcheggi, centri storici, ecc. Alla realizzazione e manutenzione di piste ciclabili e sentieri escursionistici ed alla riqualificazione di infrastrutture turistiche sono destinate risorse pari a 3.264.986 euro. Chiude il quadro dei finanziamenti il sostegno ad attività di promozione turistica e marketing territoriale per 940.000 euro.

PROGETTI SEGNALATI DA ENTI LOCALI – “Dando continuità alla strategia avviata con le scorse programmazioni – continua l’assessore – sono stati individuati anche una serie di interventi, segnalati dagli Enti locali, che potranno trovare conferma nelle prossime programmazioni AQST 2022 (6.797.557 euro) e 2023 (4.487.000 euro) qualora le progettazioni proposte trovino una concreta attuazione”.

PERCORSO PARTECIPATO E CONDIVISO CON TERRITORIO – “Esprimo la mia soddisfazione – conclude l’assessore agli Enti locali – per le modalità partecipate e condivise con Provincia di Sondrio, Camera di Commercio di Sondrio e Comune di Sondrio, con le quali viene annualmente elaborato e approvato l’impiego delle risorse derivate dalla riscossione dei canoni del demanio idrico delle grandi concessioni idroelettriche presenti in provincia di Sondrio”.

 

Lombardia Notizie

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews