Si è concluso, domenica 12 settembre, il fine settimana di EROICO ROSSO, unico festival dedicato allo Sforzato di Valtellina DOCG, ormai punto di riferimento per i tanti estimatori del più pregiato tra nostri vini.

Un’edizione che ha ricalcato quella del 2020 con degustazioni a prenotazione oraria che hanno accolto quasi 600 degustatori, appassionati e turisti, per lo più dalla Lombardia, dalla Svizzera e dalla Germania, desiderosi di scoprire i segreti della perla dei vini di Valtellina e del suo territorio. Nella piazzetta di Palazzo Salis e nelle corti dei palazzi Marinoni e Merizzi erano presenti anche quest’anno la quasi totalità delle cantine produttrici di Sforzato, 27 case vinicole con 27 etichette, 5 delle quali tiranesi, anche loro entusiaste della formula intima e “slow” di Eroico Rosso. Nelle serate di venerdì e sabato, il Festival ha visto un flusso costante di winelovers durante i turni delle degustazioni. Meno gettonato l’ultimo turno delle degustazioni alle 23.30 e apprezzato il turno in prima serata alle 18 del sabato, introdotto quest’anno.

Una bella 7a edizione che si è aperta ancora di più al binomio vino e territorio” afferma la vicesindaca e assessora alla cultura e al turismo Sonia Bombardieri “le novità sono state molto apprezzate e anche quest’anno tanti partecipanti, grazie ad Eroico Rosso e alla sua atmosfera speciale, non solo hanno apprezzato la varietà di un vino eccellente, ma hanno anche scoperto con piacevole stupore la bellezza di Tirano. La versione “slow” si conferma ideale per promuovere il nostro incantevole territorio e i suoi prodotti unici passando per la sua storia e cultura”.

La novità dell’“Aperitime in vigna tra sacro e profano” fra gli antichi vigneti che dominano la città da Santa Perpetua, è stato apprezzatissimo: una degustazione-esperienza guidata da Sara Missaglia affiancata da Giorgio Gobetti di Butèga Valtellina e da Peter Moltoni dell’omonima Mieleria. Un racconto del territorio che ha affascinato i partecipanti. Nel delizioso giardino Arcari, molto seguita anche l’iniziativa “Eroico Sparkling” che per la prima volta ha affiancato ad Eroico Rosso le bollicine e nel quale la vulcanica Sara Missaglia ha presentato i due volumi “Valtellina. In alto i calici” curato da lei con Paolo Stecca e Casimiro Maule e “Valtellina, terra di vite e di vino” di Nello Bongiolatti.

In centro storico, atmosfere ricche di musica dai diversi sapori quelle proposte dai sette gruppi musicali presenti nelle tre postazioni che hanno visto una discreta affluenza di pubblico: applauditissime Le Scat Noir, ha emozionato il pop rock di Giorginess e apprezzata anche la classica del soprano Chiara Ciurla con Mariangela Pastanella e del Tiro La Sonrisa, ha attirato spettatori la bossanova del quartetto di Jacopo Zappa e di Embrio Duo e travolgenti sono stati i Burning Tubes con il loro rockabilly in Piazza Cavour.

“È stata l’edizione dedicata alla riscoperta del piacere di assaporare non solo il vino, che sta facendo innamorare winelover di tutto il mondo, ma soprattutto della convivialità” dichiara Greta Galanga, delegata al turismo enogastronomico del Comune di Tirano e consigliera del CDA del Consorzio Turistico “E’ stata un’emozione incontrare persone entusiaste dell’atmosfera  in cui sono state accolte, di cultura, angoli magici, musiche straordinarie, palazzi che lasciano senza fiato e del paesaggio naturale che ci circonda. È bello che Tirano entri a far parte dei ricordi indimenticabili, sono il volano migliore di promozione della nostra bellezza e unicità”.

Circa 200 i visitatori che hanno preso parte alle visite guidate e ai tour nel paesaggio segno vi è desiderio del pubblico di conoscere il territorio. Buon seguito, infatti, ha avuto la passeggiata forse più specialistica nel “Paesaggio culturale tra Valtellina e Valposchiavo” alla scoperta di un patrimonio comune fatto di muri a secco, antiche chiese, baitèi e palazzi, organizzato in occasione della Giornata Europea della Cooperazione nell’ambito del progetto Interreg “ConValoRe” cui hanno partecipato anche giovani studiosi stranieri.

Nella giornata di domenica, per la seconda presenti al festival, le cantine tiranesi hanno aperto le loro porte e circa una ventina di persone che hanno visitato le case vinicole Cà Bianche, Contadi Gasparotti e La Grazia, mentre i ristoranti aderenti a “Sforzato a Tavola” hanno registrato una discreta affluenza.

Siamo davvero orgogliosi di aver affiancato il Comune di Tirano in questo importante appuntamento per il territorio e per le aziende del settore vitivinicolo della Valtellina. Questa presenza sottolinea il supporto del Gruppo Crédit Agricole Italia, di cui Creval è parte, alle economie locali e l’impegno nel promuovere la crescita di relazioni con stakeholder e clienti anche attraverso prodotti e finanziamenti dedicati al settore agroalimentare” ha dichiarato Vincenzo Fiore, Responsabile Direzione Retail Retica di Creval.

Eroico Rosso 2021 è un’iniziativa del Comune di Tirano realizzata in partnership con Consorzio Turistico Media Valtellina con il contributo della Comunità Montana di Tirano e del BIM, il patrocinio di Regione Lombardia e Provincia di Sondrio e il sostegno di Creval. Hanno collaborato all’iniziativa il Consorzio di Tutela Vini di Valtellina, AIS Sondrio, ONAV Sondrio, Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della Provincia di Sondrio, MeVa Events e i proprietari delle storiche dimore nobiliari tiranesi: Merizzi, Salis, Torelli e Quadrio Curzio. Ristoranti ed enoteche: Ristorante Bernina, Parravicini Restaurant & Wine Bar, Trattoria Valtellinese, Antica Osteria dell’Angelo, Vineria.

Con Eroico Rosso non si fermano gli eventi del fitto programma di “Tirano Estate” che proseguono con la rassegna “Musica dell’Anima”, arrivata alla 4° edizione e che già il 19 settembre propone “BUDENCH” di Alessandro Balatti, pianoforte e field recording, il 3 ottobre “SPIRITUS SPIRITUS” di Francesco D’Auria & Tino Tracanna, sassofoni e percussioni e per finire il 17 ottobre “ANNÉES DE PÈLERINAGE” del Quartetto Nymphes, ensemble di flauti con Greis Tati, Clara Alice Cavalleretti, Camilla Wanda Piardi e Sofia Panzeri. Info e iscrizioni su www.eventbrite.it oppure su www.visitatirano.it

 

Ufficio Stampa Eroico Rosso

Manuel Piardi

 

Per informazioni

InfoPoint Tirano

[email protected] 

www.eroicorosso.it

 

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews