Rendere i nostri musei dei luoghi vivi, in cui tornare più volte, creare legami, vivere esperienze, imparare. In una parola, crescere. Luoghi pienamente “Family & kids Friendly”, in ascolto di esigenze ed aspettative delle famiglie con bambini, anche molto piccoli. Con questo obiettivo la Direzione regionale Musei Lombardia aderisce al progetto Nati con la Cultura, che verrà presentato il 25 settembre a Palazzo Besta (Teglio), gioiello rinascimentale della Valtellina, per le Giornate Europee del Patrimonio.
Si tratta di un modo per creare, sin dalla nascita, un legame con il Palazzo e i suoi contenuti destinato a durare. Grazie al Passaporto Culturale i genitori di bambini nati nel territorio valtellinese potranno entrare gratuitamente al museo con i loro piccoli per tutto il primo anno di vita.
L’intero pomeriggio è perciò dedicato alle famiglie con bambini: saranno presentate le attività destinate specificamente a loro che il Museo di Palazzo Besta organizzerà nel corso del prossimo anno in collaborazione con il Comune e la Biblioteca di Teglio; potranno conoscere con ritmi distesi e pause confortevoli una delle più belle dimore storiche della Valtellina. Sarà infine l’occasione di celebrare quella che è forse la ‘prima visita al Museo’ attraverso il dono di un “Ritratto di famiglia” realizzato da un fotografo professionista nelle suggestive sale del Palazzo.

Il progetto Nati con la Cultura
Il progetto, avviato nel 2014 da Fondazione medicina a Misura di Donna in collaborazione con l’Ospedale sant’Anna a Torino, nasce dalla ferma convinzione che l’arte può trasformarsi in una potente risorsa di benessere, rigenerazione e potenziamento creativo per tutti gli esseri umani, già dai primi anni di vita. Per questo nasce il Passaporto Culturale: un documento che l’ospedale consegna alla famiglia dopo la nascita e che consente la partecipazione libera del nucleo familiare nel primo anno di vita del bambino presso i musei aderenti. In questi anni – in collaborazione con Fondazione Medicina a Misura di Donna – la Direzione regionale ha lavorato per sviluppare il progetto nei musei statali della Lombardia. “Non solo Palazzo Besta, dunque. A breve il progetto sarà attivo anche in Valle Camonica: nel Museo della Preistoria della Valle Camonica, a Capo di Ponte, e nel Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica a Cividate Camuno. E nei prossimi anni vogliamo espanderlo ancora” dice Emanuela Daffra, Direttore Regionale Musei della Lombardia. “Non si tratta solo di un atto simbolico, sia pure molto forte, ma è una dichiarazione di intenti e delinea azioni concrete: la cultura è un diritto necessario e va proposta secondo modi, tempi, spazi e azioni adeguati alle diverse fasi della vita. Per questo si stringono alleanze, si organizzano attività, si arredano spazi”.

Nati con la Cultura a Palazzo Besta
Palazzo Besta è un museo a forte vocazione territoriale.” Specifica Stefania Bossi, direttrice del Museo. “Il futuro del museo è immaginabile nella misura in cui, con progetti di questa natura, saremo capaci di renderlo luogo di condivisione e di incontro, in cui le scuole, le famiglie, i residenti siano stimolati a tornare e frequentarlo assiduamente per esserne i veri protagonisti”. Con «Nati con la cultura» il museo si impegna a realizzare iniziative e progetti specifici per le famiglie e l’infanzia con l’obiettivo di rendere il patrimonio culturale davvero accessibile, appassionante e attivo per tutti. Grazie alla collaborazione con l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Valtellina e Alto Lario il passaporto culturale sarà consegnato a tutti i nuovi nati negli ospedali di Sondrio e Sondalo. Già all’interno dell’ospedale troverà spazio la comunicazione e promozione del progetto e delle iniziative rivolte alle famiglie. Oltre a realizzare ambienti dedicati all’allattamento e al cambio, con anche un’area giochi e relax, Palazzo Besta ha programmato con la biblioteca comunale di Teglio un calendario di incontri di lettura, a cui si affiancheranno visite mirate per un pubblico di famiglie con neonati. Con il sostegno del Comune di Teglio, infine, saranno proposti diversi appuntamenti per il “Ritratto di famiglia” realizzato nelle sale del Museo da un fotografo professionista.

La partecipazione all’iniziativa è gratuita, previa prenotazione obbligatoria entro il 17/09/2021 all’indirizzo [email protected]

 

Promozione e Comunicazione
Direzione regionale Musei Lombardia

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews