Marco Leoni e Lucia Moraschinelli: sono loro i vincitori della prima edizione della “Glacier Trail”, la corsa con vista sui ghiacciai Fellaria e Pizzo Scalino che si è svolta oggi per l’organizzazione della Sportiva Lanzada. Gli atleti del CSI Morbegno e del GP Talamona si sono imposti nella gara più prestigiosa sul percorso di 21 chilometri, mentre la gara sui 12 chilometri è stata vinta da Roberto Pedroncelli del GP Santi Nuova Olonio e da Cinzia Cucchi dell’ASD Castelraider. Prova superata per la società del presidente Serafino Bardea che quest’anno, nonostante le difficoltà causate dall’emergenza sanitaria, è riuscita a lanciare la nuova competizione in alta quota nello scenario spettacolare dell’alta Valmalenco. Il percorso è stato apprezzato dagli atleti, che lo hanno definito molto ben tracciato e con un immenso panorama da ammirare: il clima ha favorito gli atleti con un tiepido sole nella prima parte della mattinata, mentre la conclusione delle gare è stata accompagnata da uno scroscio d’acqua che però non ha influenzato l’andamento.

La zona di partenza e arrivo è stata allestita sul muro della diga di Campo Moro, concessa da Enel Green Power. La gara da 21 chilometri prevedeva un traguardo volante situato in prossimità del Rifugio Bignami dedicato a Renato Parolini, consigliere della Sportiva Lanzada che perse la vita nel 1992 proprio in quella zona. Ad aggiudicarselo nella categoria maschile è stato Federico Bardea della Sportiva Lanzada, che ha preceduto in volata il compagno di squadra Alessandro Rossi e Marco Leoni del CSI Morbegno. Prima tra le donne Marta Binda dell’Atletica Pidaggia 1528, che ha prevalso su Raffaella Rossi del Team Valtellina e su Lucia Moraschinelli del GP Talamona. Quest’ultima si è resa protagonista di un cambio di passo che l’ha portata a transitare seconda sul Passo di Campagneda per poi raggiungere Binda nel tratto di discesa verso il Rifugio Zoia. L’atleta originaria di Aprica ha tagliato il traguardo in solitaria in 2h21’44”, precedendo la stessa Binda, mentre Rossi si è guadagnata il terzo gradino del podio. In campo maschile, Bardea ha cominciato a perdere tanto terreno mentre Leoni ha dato un grosso strappo guadagnando un minuto su Alessandro Rossi nella salita verso il punto più alto. Da dietro ha cominciato a rimontare Matteo Porro del GSA Cometa, che è transitato secondo sul Passo per poi rosicchiare qualcosa nel finale ma non quanto bastava per raggiungere il leader della gara, che ha tagliato il traguardo in 1h51’25”. Rossi, giovane promessa dello scialpinismo italiano e della corsa in montagna, è riuscito a difendere il podio dal tentativo di ritorno di Mirko Bertolini de La Recastello Radici Group. Nel percorso da 12 chilometri non c’è stata storia, con la vittoria in solitaria di Roberto Pedroncelli del GP Santi Nuova Olonio in 52’58”. A completare il podio Marco Pruneri dell’Atletica Alta Valtellina ed Emanuele Marchi della Libertas Vallesabbia. In campo femminile vittoria di Cinzia Cucchi dell’ASD Castelraider in 1h04’47”, che ha preceduto con buon margine Simona Lino della Sportiva Lanzada e Veronica Bracchi della Runcard.

“Sono partito piuttosto imballato – ha dichiarato nel post gara il vincitore della 21 chilometri Leoni – poi piano piano ho provato a spingere più forte e ho visto che riuscivo a staccare gli avversari, nel finale sono stato più conservativo stando attendo a non cadere ma voglio fare un plauso a tutti gli altri, in particolare a Porro che nel finale si è avvicinato molto”.

Alla mattinata di gare sono seguite nel primo pomeriggio le premiazioni di tutte le categorie. A margine di queste il presidente della Sportiva Lanzada Serafino Bardea ha fatto i complimenti a tutti gli atleti, mettendo in luce il dato numerico degli iscritti, 265. Infine, ha ringraziato tutti coloro che hanno preso parte alla manifestazione a vario titolo e ha dato appuntamento al 21 agosto 2022 per la seconda edizione dell’evento.

La “Glacier Trail” è stata organizzata dalla Sportiva Lanzada con il Comune di Lanzada e il sostegno di Regione Lombardia, Provincia di Sondrio, Consorzio Bim dell’Adda, Comunità Montana Valtellina di Sondrio, Unione dei Comuni Lombarda della Valmalenco, Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco. La manifestazione si inserisce nell’ambito del progetto Interreg “B-Ice & Heritage”, Programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera, che unisce la Valmalenco, la Val Poschiavo, la Val Bregaglia e l’Alta Engadina.

EZeta Comunicazione
Media relations

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews