Milano, 30 Luglio 2021 – Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. che, sotto la Presidenza di Marco Patuano, ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2021. “I risultati dei primi sei mesi del 2021 sono eccellenti sotto ogni punto di vista e consolidano il trend positivo del primo trimestre. La forza e la qualità delle nostre persone e dei nostri asset hanno permesso di conseguire una crescita a doppia cifra di ricavi e margine operativo lordo, ed un utile netto record” – commenta Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di A2A – ” Proseguiamo nella direzione delineata nel nostro Piano Strategico: gli elevati investimenti del periodo (oltre 410 milioni di euro, +65% rispetto al primo semestre 2020) e le ultime acquisizioni effettuate nel campo delle rinnovabili e dell’ambiente sono una testimonianza concreta del nostro impegno per la transizione energetica e l’economia circolare. È un momento cruciale per lo sviluppo del Paese e noi vogliamo contribuire.”
Gli ottimi risultati economico – finanziari registrati nel primo semestre 2021 sono stati raggiunti grazie ad una sostenuta crescita organica di tutte Business Unit del Gruppo e alle operazioni M&A concluse nell’anno precedente e nell’anno in corso.
Nel primo semestre 2021, inoltre, A2A ha operato in un contesto di ripresa dei consumi e di scenario energetico fortemente rialzista a differenza del primo semestre 2020 caratterizzato, causa epidemia Covid 19, da un forte calo della domanda e da un crollo dei prezzi di gas ed energia. Il differente scenario, inclusivo dell’hedging adottato dal Gruppo, ha avuto importanti effetti su alcune variabili economiche in esame.
I prezzi dei beni energetici hanno registrato un generalizzato aumento che ha portato i valori di PUN (Prezzo Unico Nazionale), gas al PSV e CO2 a raddoppiarsi. Nei primi sei mesi del 2021, infatti, il PUN ha registrato un incremento del +107,6% rispetto al primo semestre del 2020, portandosi a 66,9 €/MWh a seguito del rialzo dei costi del gas e della CO2. Il prezzo medio del gas al PSV nel periodo in esame è stato pari a 21,8 €/MWh, in crescita del 137,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le quotazioni della CO2 si sono attestate ad un prezzo medio di 43,8 €/ton nel primo semestre 2021 (22 €/ton nel primo semestre 2020, +99%).
Le dinamiche di prezzi e quantità in crescita, l’ottima performance di tutte le Business Unit del Gruppo, e il contributo delle nuove società acquisite, hanno comportato:
 l’aumento consistente del fatturato (+28%);
 la crescita significativa della marginalità operativa (+24%).
E’ stata impressa una forte accelerazione agli investimenti, con un incremento del +65% rispetto allo stesso periodo del 2020, attestandosi a oltre 400 milioni di euro. In particolare, coerentemente con il modello strategico di A2A basato su economia circolare e transizione energetica, sono stati realizzati interventi di sviluppo per oltre 250 milioni di euro (+91% rispetto al primo semestre 2020), mirati al recupero di energia e materia, al potenziamento delle reti di distribuzione, alle reti idriche e fognarie, agli impianti di depurazione, agli impianti fotovoltaici e alla digitalizzazione del Gruppo. Anche le operazioni di acquisizione realizzate in questo semestre testimoniano l’impegno del Gruppo a contribuire allo sviluppo sostenibile, consentendo ad esempio, un rafforzamento nel campo bioenergy e l’incremento della potenza installata da fonti rinnovabili per 173MW, che si aggiunge ai 111 MW già in possesso di A2A e agli 8,2 MW di capacità eolica acquisita a fine 2020 (Flabrum). Al 30 giugno 2021 il Gruppo dispone complessivamente di una capacità installata da fonte rinnovabile (idroelettrica, fotovoltaica ed eolica) pari a 2.235 MW, in incremento del 14% rispetto al corrispondente periodo del 2020.

 

Roberto Corona

Communication, Sustainability and Regional Affairs

Relazioni Istituzionali Locali

Area Nord e Milano

A2A risultati al 30 giugno 2021

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews