Il legame tra la Granfondo Stelvio Santini e la Valtellina è, naturalmente, molto forte: con la partenza da Bormio, il disegno di tre itinerari su salite iconiche e l’arrivo unico al Passo dello Stelvio, la manifestazione “occupa” pacificamente per una domenica l’alta valle di Sondrio.

Ed è sulla base di questo sodalizio che nasce la partnership tra gli organizzatori e l’associazione no-profit “Il Sorriso di Car-lotta” che opera sul territorio valtellinese. Fondata dal triatleta professionista Giulio Molinari con l’aiuto di Livio Molinari, Jacopo Bolis, Gianluca Mario Stefano Albè e Thomas Confortola, l’associazione no-profit nasce a seguito della prematura scomparsa nel 2020 di Carlotta Emilia Bolis, neurologa e moglie di Giulio con l’obiettivo di portare in Alta Valtellina medici di alto livello per svolgere le visite ambulatoriali e migliorare la sanità pubblica in tutto il comprensorio. Un progetto pensato da Carlotta e che ora vive grazie all’impegno di un numero sempre crescente di persone.

La Granfondo Stelvio Santini, che quest’anno è stata spostata da inizio giugno al 12 settembre, donerà all’Associazione un Euro per ogni partecipante alla competizione.

«Crediamo che lo sport e manifestazioni popolari come la nostra, debbano essere da traino per iniziative benefiche come quella promossa da ‘Il Sorriso di Car-lotta’ – dichiara Paola Santini, Marketing Manager Santini Cycling Wear – e abbiamo aderito con grande entusiasmo a questo progetto, e siamo certi che i protagonisti della Granfondo coglieranno lo spirito autentico della nostra azione».

Le iscrizioni sono ancora aperte e si possono fare sul sito della manifestazione: fino al 15 agosto ci si potrà aggiudicare uno degli ultimi pettorali rimasti.

I partecipanti avranno la possibilità di sfidarsi su tre diversi percorsi di gara: un tracciato corto da 60 chilometri, uno medio da 138 e, per i più allenati, uno lungo da 151 chilometri, con l’ascesa a uno dei passi più duri d’Europa, il Mortirolo.

 

 

Ufficio stampa Granfondo Stelvio Santini a cura di LDL COMeta

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews