Il futuro dell’educazione nell’era post Covid. Questo il tema dell’incontro, organizzato e promosso dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, tenutosi presso l’auditorium dell’Istituto Alberti di Bormio giovedì 15 luglio 2021 ore 21, approfittando della presenza in loco del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Prof. Remo Morzenti Pellegrini, impegnato nell’ambito dei lavori del convegno internazionale “Rileggere la
montagna” sulle fonti e la storia del Parco Nazionale dello Stelvio. Accanto al Rettore hanno dialogato sul palco, moderati dall’Avv. Simone Bergamini, Sua Eccellenza il Prefetto di Sondrio Salvatore Rosario Pasquariello e il Dirigente UST Fabio Molinari. Dopo il saluto istituzionale del sindaco Roberto Volpato, i relatori hanno intrattenuto l’attento pubblico disquisendo in merito all’emergenza educativa nell’era post covid ed ai nuovi modelli educativi, con particolare riferimento al ruolo delle Istituzioni e al rapporto tra le diverse componenti della comunità scolastica. La lettura appassionata della problematica della sfida educativa, tanto delicata quanto rilevante per il futuro degli studenti e dei docenti, ha portato i relatori a gettare uno sguardo fiducioso nel futuro, ravvisando tutti un’occasione unica per svecchiare certi paradigmi in un’ottica di maggior flessibilità e per raggiungere un’istruzione di qualità inclusiva ed equa, promuovendo opportunità di apprendimento continuo per tutti, anche attraverso un uso più sistemico ed efficace delle nuove tecnologie.

“La DAD è stata un mezzo e non certo il fine in questo periodo emergenziale, ma cosa sarebbe successo se non avessimo potuto avvalerci neppure di essa? Essa deve diventare una possibilità in più, da utilizzare per ottenere finalmente un’azione didattica mirata, flessibile e consapevole, organizzando una formazione degli insegnanti autentica”, questo il pensiero del Rettore Morzenti Pellegrini in merito alle problematiche e al futuro delle figure educative.

“E’ stato importante confrontarsi su tematiche così attuali, grazie alla disponibilità di relatori di grande competenza. Credo che sia sempre più opportuno organizzare occasioni di confronti di questo tipo a beneficio di tutta la comunità scolastica”, questo l’auspicio in conclusione del Dirigente Fabio Molinari. La serata è stata impreziosita dall’accompagnamento musicale del quartetto d’archi “Antiche Armonie”, diretto dal m° Matteo Maggioni, che ha presentato alcuni intermezzi che hanno allietato il pubblico e i relatori stessi, favorendo ulteriormente il clima di confronto e condivisione.

 

Ufficio Stampa UST

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews