Ieri si è tenuta in videoconferenza una riunione per la presentazione del progetto educativo promosso dall’Associazione “Ragazzi on the road” per i giovani dai 17 ai 20 anni, per una loro maggiore consapevolezza dei rischi che corrono sulle strade e per meglio conoscere il lavoro di chi “sta dietro le quinte”.Il progetto può essere inquadrato come alternanza scuola – lavoro, stage e tirocinio o volontariato.

L’iniziativa “On The Road” ha mosso i suoi primi e decisivi passi 14 anni fa dalla Prefettura di Bergamo ed ora, dopo aver coinvolto oltre 700 studenti, è approdata anche nella provincia di Sondrio con l’adesione dei Comuni di Livigno, Chiavenna (nel contesto della beatificazione di Suor Maria Laura Mainetti) e Sondrio.

La riunione odierna ha avuto lo scopo di coinvolgere varie Istituzioni ed Enti al fine di estendere ulteriormente il progetto allargando, così, il raggio di azione a favore delle giovani generazioni. I giovani hanno sempre più bisogno di essere ascoltati e coinvolti. Ne va della loro educazione e consapevolezza per accrescere il senso di legalità, responsabilità e cittadinanza.

Presenti all’incontro, oltre al Prefetto dott. Salvatore Pasquariello che lo ha presieduto,  il Sindaco del Comune di Grosotto, dott. Giuseppe Saligari; il Sindaco del Comune di Mazzo di Valtellina, dott. Franco Matteo Saligari; il Sindaco del Comune di Piateda, dott. Simone Luca Marchesini; il Sindaco del Comune di Villa di Chiavenna, dott. Massimiliano Tam; il Vice Sindaco di Morbegno, dott.ssa Maria Cristina Bertarelli; il Vice Sindaco del Comune di Tartano, dott. Osvaldo Bianchini; l’Assessore del Comune di Sondrio, dott.ssa Lorena Rossatti; il Consigliere del Comune di Chiavenna, dott. Daniele Ciapponi; per il Comune di Talamona, la dott.ssa Maris Cerri; il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, ing. Amedeo Pappalardo; per la Questura, il Capo di Gabinetto dott.ssa Lucia Vitali; per il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, il Cap. Nicola Saverio Leone; per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Ten. Col. Luca Creati; il Dirigente della Sezione della Polizia Stradale, Commissario Andrea Curcuruto; il Dirigente del Settore della Polizia di Frontiera di Tirano, Commissario Flavio Fratalocchi; per l’Ufficio Scolastico Territoriale, il prof. Domenico Longobardi; per l’Agenzia di Tutela per la Salute della Montagna, la dott.ssa Maria Stefania Bellesi; per l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Valtellina e dell’Alto Lario, il dott. Massimo Tarantola; per l’AREU 118 di Sondrio, il dott. Marco Malattia; la Presidente della CRI – Comitato di Sondrio, dott.ssa Giuliana Gualteroni; per la Polizia Provinciale, il dott. Italo Armanasco; il Comandante della Polizia locale del Comune di Chiavenna, dott. Maurizio Frenquelli; il Comandante della Polizia locale del Comune di Tirano, dott. Fabio Della Bona; il Comandante della Polizia Locale di Bormio, dott.ssa Morena Vitalini; il Comandante della Polizia Locale di Livigno, dott. Cristoforo Domiziano Franzini e il Vice Presidente dell’Associazione Socio Educativa “Ragazzi On The Road”, dott. Alessandro Invernici.

L’iniziativa, già realizzata dai tre Comuni sopra citati, è stata presentata dal Vicepresidente Invernici come un “incubatore” di legalità per i giovani, i quali, attraverso l’affiancamento agli operatori del mondo delle Istituzioni, potranno osservare da vicino come si svolge una giornata “tipo”, sviluppando una cittadinanza attiva ed una maggiore consapevolezza del lavoro e della gestione dei rischi e delle emergenze. Una sorta di “compito di realtà”. I ragazzi potranno, per esempio, partecipare alle attività ordinarie degli Enti, o a quelle che si svolgono all’interno di una sala operativa o, ancora, a quelle relative alla gestione di una procedura di emergenza. Potranno trascorrere del tempo “con” e “nei panni” di Polizie Locali, Vigili del Fuoco, operatori del soccorso sanitario (Areu 118, Croce Rossa, ecc.) e di Enti e Uffici (a Livigno, per esempio, nell’esperienza è stato coinvolto anche il Sindaco e la Polizia Svizzera).

Particolare interesse è stato mostrato dai rappresentanti dei Comuni presenti, dell’Ufficio Scolastico Territoriale, di ATS e di ASST per la possibilità di coinvolgere i servizi sociali in genere, gli istituti scolastici, i consultori familiari e i servizi territoriali per le dipendenze.

Il Prefetto ha concluso i lavori facendo presente che il verbale della riunione sarà trasmesso a tutti gli Enti e Uffici di questa provincia, soprattutto ai Sindaci e ai Dirigenti Scolastici per opportuna informazione e con preghiera di tener conto della rilevanza del progetto nei rispettivi ambienti sociali e scolastici.

I Comuni che manifesteranno l’interesse ad aderire al progetto concorderanno direttamente con l’Associazione “Ragazzi On The Road” e con la Prefettura le modalità più opportune di coinvolgimento dei ragazzi alle attività istituzionali.

 

Sondrio, 15 luglio 2021

 

Ufficio Stampa Prefettura

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews