Ieri il Prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha presieduto in videoconferenza un’ulteriore riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e per la Sicurezza Pubblica per l’esame dei profili connessi al regolare svolgimento della tappa n. 20 del 104^ Giro d’Italia 2021, in programma sabato 29 maggio 2021 con partenza da Verbania (Piemonte), attraversamento della Confederazione Elvetica e arrivo in Valle Spluga – Alpe Motta, con ingresso in territorio italiano dal Passo dello Spluga, per un totale di 164 Km.

Nel corso della riunione ci si è soffermati sugli aspetti relativi sia allo svolgimento in sicurezza della competizione sportiva sia alla partecipazione del pubblico all’evento, in considerazione delle restrizioni dovute all’emergenza pandemica in atto.

Ed invero, in forza delle disposizioni attualmente vigenti che limitano la partecipazione del pubblico a questo tipo di eventi ad un numero massimo di 1000 persone, l’utilizzo della Funicolare “Sky Express” dalla stazione di Campodolcino all’Alpe Motta, sarà limitato ad un massimo di 300 organizzatori e persone autorizzate e 700 spettatori.

Pertanto, raggiunto il suddetto limite numerico, per ragioni legate alla necessità di evitare la formazione di assembramenti sia in prossimità della stazione di partenza e di arrivo, sia nel tragitto di andata e di ritorno, l’utilizzo della funicolare non sarà più consentito.

 

Sondrio, 28 maggio 2021

 

 

Ufficio Stampa Prefettura

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews