Sabato 15 maggio si è svolto l’evento “La nuova vita del cedro Mazzucchi” presso la magnifica Casa Cassan a Ponte in Valtellina. L’obiettivo dell’iniziativa era quello di ricreare la testa della barca vichinga partendo dai tronchi del vecchio cedro posto all’esterno del negozio di via Mazzini.

I concorrenti erano 4 membri dell’Associazione Valtellina Intagliatori e Intarsiatori, tra i quali figurava anche il presidente dell’ente, il sig. Bruno Facetti.

La classifica finale vede come vincitore il sig. Maurilio Donati con il suo dragone alato, seguito in seconda posizione dal sig. Renato Scarafoni, terza posizione per il sig. Renato Folini e quarto posto per il sig. Bruno Facetti. Piazzamenti che hanno permesso ai concorrenti di aggiudicarsi i premi in palio.

Il primo classificato ha ricevuto la felpa ufficiale dell’evento, un buono spesa da 200€ presso Tuttosport Mazzucchi e un volo in aliante. Il secondo classificato si è aggiudicato un buono spesa da 150€, il terzo un buono da 100€ e il quarto un buono da 80€. Tutti i concorrenti hanno ricevuto come omaggio un set di acqua Cedea e di “Vino del Drago”.

L’evento ha avuto grande successo con eccellenti feedback da parte dei presenti e si è svolto nel totale rispetto delle normative anti-Covid.

“La nuova vita del cedro Mazzucchi” ha dato un segnale di ripresa a tutto il territorio, insegnandoci che è possibile rialzarsi dopo periodi bui. Ed ora, dopo la rinascita del cedro, è giunto il momento della rinascita della nostra amata Valtellina.

 

Stefano M.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews