Oggi 4 maggio è stata approvata in Consiglio Regionale la mozione n. 566 a firma dei consiglieri Roberto Anelli (Lega), Simona Pedrazzi (Lega), Floriano Massardi (Lega) e Barbara Mazzali (Fratelli D’Italia) avente a oggetto “Miglioramento dell’offerta sanitaria e sociosanitaria in Valtellina e nelle aree di montagna”. Un testo in cui si fa un breve sunto di quanto accaduto, in particolare, intorno all’ospedale Morelli, dal momento della presentazione del famigerato “Piano del Politecnico” al successivo scoppio della pandemia, con i conseguenti provvedimenti adottati dalle autorità sanitarie. Provvedimenti che hanno determinato una fortissima azione di protesta da parte di istituzioni locali e cittadini e che hanno creato profonde fratture a livello locale, tuttora non ricomposte.

Se da un lato la mozione non può che essere apprezzabile, come d’altronde le altre simili presentate nei mesi scorsi da diverse forze politiche, è pur vero che gli intendimenti in essa contenuti restano indeterminati sia nelle tempistiche sia nelle soluzioni, non solo perché il sistema politico-sanitario messo in crisi dal covid ha mostrato parecchie difficoltà nel fornire risposte immediate al bisogno, ma anche perché non è chiaro a cosa approderanno le verifiche sulla “fattibilità delle proposte relative all’ospedale Morelli, definite dai sindaci dell’Alta Valle ed approvate dalla Conferenza dei sindaci”, dal momento che – apprendiamo da un comunicato di Gerlando Marchica (coordinatore di “Noi con l’Italia Sondrio) “non ci sono ad oggi proposte formulate dai Sindaci dell’Alta Valle che siano state discusse in Conferenza” (https://www.facebook.com/groups/1431968680282825/?multi_permalinks=2513713995441616%2C2512815082198174%2C2510758115737204%2C2511013769044972%2C2510059139140435&notif_id=1619808035349563&notif_t=group_activity&ref=notif)

Avremmo preferito date certe? Sì!

Avremmo preferito maggiore impellenza? Sì

Tuttavia, dal mio sommesso punto di vista, questo passo costituisce un impegno inequivocabile che la Lega si prende a chiare lettere con la cittadinanza. A casa mia, prendersi un impegno verso gli altri vuol dire rispettarlo, e possibilmente prima che posso.

 

Anna

 

Di seguito la mozione e i comunicati presentati da diversi esponenti:

Mozione n. 566

comunicato stampa Massimo Sertori

comunicato stampa Azione+ Europa e Radicali

comunicato dell’avv. Ezio Trabucchi al link: https://www.facebook.com/1577742796/posts/10222825478137005/?d=n

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews