Chi frequenta le nostre montagne è sempre di più un vero amante della natura e vive la vacanza come una vera ricerca di benessere psico-fisico: Il bosco, il sentiero, la cima innevata, il cielo azzurro, i fiori, le pietre… tutto parla di sana rigenerazione della mente e del corpo offuscati e intossicati dalla nostra quotidiana frenesia nel lavoro, nella vita cittadina e nella routine familiare dove il tempo non basta mai.
La vacanza in montagna è vissuta dunque come un ritrovare “il tempo per..”: il tempo per se stessi, il tempo da dedicare alla cose che amiamo e che ci fanno stare bene. Raggiungere fisicamente la cima di una montagna è per molti un anelito, un desiderio, un’avventura da vivere, ricordare e raccontare.
Ecco allora l’idea: le pagine di un libro sono capaci di trasportarci verso un sogno, un desiderio, nuovi mondi e nuovi modi di vivere? E’ possibile attraverso le pagine di un libro raccontare qualcosa di sé?
Il progetto intitolato “piccolo rifugio di libri – The little book hut” prevede di installare nei pressi dei rifugi della Valfurva una piccola biblioteca, un rifugio per i libri, dove il turista (italiano o straniero) può lasciare un libro letto o prendere in prestito un libro da leggere durante la sosta e un momento di relax nella natura.
I lettori sono invitati ad aggiungere direttamente sulle pagine del libro una dedica, un pensiero, una frase che esprima le proprie emozioni legate all’esperienza vissuta in montagna.
In autunno, alla chiusura del rifugio, si procederà al ritiro dei libri e alla lettura delle dediche manoscritte: le frasi più evocative potranno essere utilizzate dalla Pro Loco o dal Parco Nazionale dello Stelvio in azioni di
comunicazione e immagine social, web o gadget.
La prima piccola biblioteca verrà posata e inaugurata SABATO 8 maggio alle ore 15.30 c/o il Rifugio Forni.
Con grande piacere l’alpinista, cacciatore di 8000, Marco Confortola sarà il primo testimonial del progetto. Un padrino importante che rappresenta in pieno l’essenza del binomio montagna-letteratura. Metterà a disposizione uno dei suoi libri dedicati alle numerose esperienze di alpinismo e alla vita in montagna con l’aggiunta di una dedica e una frase inedita che siamo certi sarà ricercata e apprezzata dai lettori che parteciperanno a questo insolito contest culturale.
Le piccole librerie sono realizzate dalla falegnameria del Parco Nazionale dello Stelvio, mentre il coordinamento culturale e logistico è affidato alla Proloco Valfurva.

 

Proloco Turismo Valfurva

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews