Per il secondo anno consecutivo le restrizioni imposte dalla pandemia da covid-19 non permettono di celebrare il 1° Maggio con manifestazioni in presenza. Oggi a maggior ragione riteniamo
l’occasione della festa debba essere un momento di riflessione sul lavoro. Lo slogan scelto per il primo maggio 2021 è “L’Italia si Cura con il lavoro”, in esso le ragioni di CGIL CISL e UIL per il futuro del paese sui tanti tavoli aperti, la ripartenza del paese deve mettere al centro il Lavoro in sicurezza, il lavoro come risposta alle disparità territoriali, generazionali e di genere.
Il 2021 continua ad essere colpito dall’emergenza sanitaria che già lo scorso anno ha messo tutti a dura prova. A differenza del 1° maggio 2020, quest’anno abbiamo il vaccino, riteniamo importante che il paese porti a compimento la campagna vaccinale superando le disparità territoriali, facendosi inoltre promotore, per mezzo della UE, di una campagna vaccinale mondiale senza esclusi. Occorre non abbassare la guardia: i prossimi mesi saranno ancora molto difficili sul piano occupazionale sociale per le tante, troppe famiglie ed imprese colpite sul piano economico. Per questo chiediamo che le parti sociali siano strutturalmente coinvolte in tutte quegli interventi indispensabili a risanare il tessuto economico e sociale e rilanciare e riformare il Paese.
I Fondi europei del Recovery Plan, sono una straordinaria opportunità, dovranno servire per fare ripartire l’economia, il lavoro, ridurre le differenze territoriali e realizzare quelle opere non più’ rinviabili al passo coi tempi: digitalizzazione, economia verde, ambiente, sanità, scuola. Obiettivi di straordinaria attualità e necessità, nella declinazione territoriale, anche per la nostra
provincia. Nei prossimi mesi inoltre saremo in campo su altri aspetti fondamentali:
• promuovere una riforma fiscale più equa e che sgravi il forte peso oggi troppo spostato su lavoro e pensioni
• rivedere il sistema degli ammortizzatori sociali in chiave universalistica rendendoli utilizzabili con modalità e tempi certi attraverso strumenti di welfare per tutte le tipologie di lavoratori.
• una riforma del sistema pensionistico che risolva le attuali sperequazioni

Il sindacato confederale è in campo con piattaforme e proposte unitarie per dare risposta a tutte quelle criticità storiche, acuite dalla pandemia e sui temi fondamentali per il futuro del paese Nell’augurare a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori un buon primo maggio ricordiamo le iniziative nazionali:
intervento dei tre segretari dalle ore 12.15 alle 13 nell’edizione straordinaria del Tg3 dedicata alla Festa dei Lavoratori in collegamento da realtà simboliche del lavoro.
Dalle ore 16.35 alle 19 e dalle 20 alle 24 è prevista la diretta del Concertone del Primo Maggio dall’auditorium del Parco della Musica a porte chiuse, e che ospiterà anche le riflessioni dei segretari di Cgil Cisl Uil e le testimonianze di 9 tra lavoratrici, lavoratori e pensionati.

 

Davide Fumagalli
Seg. Gen. UST CISL SONDRIO

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews