La situazione è in deciso peggioramento al Morelli, ospedale covid-19 della provincia di Sondrio: oggi i ricoverati sono 140, otto in più di venerdì scorso, il picco più alto toccato da dicembre, di cui 13 in Terapia intensiva. Quasi tutti i posti letto nei cinque reparti dedicati sono occupati, nonostante gli oltre 30 malati dimessi negli ultimi giorni dopo aver superato la fase acuta. Da venerdì scorso, data dell’ultimo aggiornamento, sono stati accolti 45 nuovi pazienti, più di dieci al giorno, di cui oltre la metà con meno di sessant’anni.

C’è forte preoccupazione tra il personale sanitario per questo nuovo aumento che fa seguito alla progressiva diminuzione, seppure lieve, iniziata nella seconda metà del mese di marzo, dopo che nelle prime due settimane i pazienti erano raddoppiati, da 65 a 130. Da venerdì scorso si sono registrati anche quattro morti, due donne e due uomini, di cui uno nato negli anni Trenta, uno negli anni Quaranta e due negli anni Cinquanta.

 

Emanuela Zecca
Ufficio Stampa ASST Valtellina e Alto Lario

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews