Regione Lombardia riconosce negozi, locali e botteghe storiche caratterizzate dalla continuità nel tempo, per almeno 40 anni, della gestione, dell’insegna e della merceologia offerta, e da altri fattori, quali la collocazione in strutture di pregio e la conservazione di arredi e attrezzature storici. Con il decreto n. 3446 del 12 marzo 2021 (pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Lombardia, serie ordinaria, n. 11 del 18 marzo 2021) la Regione ha riconosciuto 117 nuove attività storiche e di tradizione aventi i requisiti previsti dalla legge regionale 6/2010 e dalla Delibera di Giunta regionale n. 1503 dell’8 aprile 2019. Si tratta di attività che vanno ad arricchire l’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione, che comprende in totale 2.234 imprese.

Tra le 117 attività riconosciute con il recente provvedimento ci sono 65 negozi storici, 28 locali storici e 24 botteghe artigiane storiche e per quanto riguarda l’Alta Valle entrano nel novero 5 attività sulle 15 censite per la provincia di Sondrio:

  • Bormio, Il Salumaio (1966), Bottega Artigiana Storica, Storica Attività Artigiana
  • Bormio, Vecchia Combo (1968), Locale Storico, Storica Attività
  • Livigno, Negozio Lorenz (1953), Negozio Storico, Storica Attività
  • Valdidentro, Mafi Market (1969), Negozio Storico, Storica Attività
  • Valfurva, Alimentari Cola (1965), Negozio Storico, Storica Attività

Per informazioni:  Riconoscimento delle attività storiche e di tradizione

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews