Anche gli operatori dell’Alta Valle si uniscono all’accorato appello dei Sindaci Valtellinesi nel RICONSIDERARE IL RUOLO FONDAMENTALE DELL’OSPEDALE MORELLI per garantire il Diritto imprescindibile alla Salute di ogni cittadino ed ospite delle nostre montagne.

Gli operatori dell’Alta Valle tornano a far sentire la propria voce sulla delicata questione della sanità di montagna, anche a fronte degli ultimi casi di cronaca che hanno evidenziato l’inadeguatezza della rete sanitaria e di un servizio di emergenza-urgenza che non è in grado di rispondere al bisogno di cittadini e turisti.

“Questa volta abbiamo deciso di scendere in campo concretamente, attraverso una petizione, per dare il doveroso supporto e far sentire la nostra presenza alle Istituzioni che stanno portando avanti una battaglia per il Diritto alla Salute e il Diritto a cure adeguate in caso di bisogno. Riteniamo che non basti estendere il servizio di elisoccorso h.24, ma bisogna rivedere le funzioni dell’Ospedale Morelli di Sondalo, da sempre punto di eccellenza per la salute dei cittadini e dei numerosi turisti che scelgono i nostri territori. Il problema sanitario esiste: le persone hanno paura e si aspettano risposte chiare”.

NON POSSIAMO PIU’ ASPETTARE!

I promotori dell’iniziativa
#rispettopernoigentedimontagna
#danieleunodinoi
#hopauradisentirmimale

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews