La situazione al Morelli di Sondalo, ospedale covid-19 per la provincia di Sondrio, rimane grave poiché i ricoverati sono 93, soltanto due in meno rispetto a lunedì scorso. Un numero ancora alto per un impegno notevole da parte del personale sanitario nei quattro reparti del primo padiglione e per la Terapia intensiva che ospita sette pazienti in gravi condizioni. Dieci si trovano in Terapia sub intensiva poiché hanno serie difficoltà respiratorie. Negli ultimi giorni si sono registrati 11 nuovi ricoveri e due decessi, due donne, una nata negli anni Venti e una negli anni Cinquanta. Il saldo fra ricoveri e dimissioni è solo lievemente positivo e non induce all’ottimismo. L’unica possibilità per invertire la tendenza è rappresentata dall’impegno costante di ciascuno nell’adottare i comportamenti in grado di contenere la diffusione del contagio, soprattutto in questi primi mesi di somministrazione del vaccino.

La campagna vaccinale, in queste settimane circoscritta al personale sanitario, è iniziata lunedì scorso a Sondrio e oggi a Sondalo, da lunedì 11 gennaio toccherà a Chiavenna. Secondo quando programmato la vaccinazione dei dipendenti dell’Asst si concluderà entro la fine della settimana prossima. Subito dopo toccherà a medici di base, ospiti e dipendenti delle Rsa, personale e volontari del primo soccorso.

 

Emanuela Zecca
Ufficio Stampa ASST Valtellina e Alto Lario

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews