Nei prossimi giorni Confartigianato Imprese Sondrio intende rimettere al centro della propria azione di comunicazione un messaggio diretto ai consumatori e ai cittadini della Provincia di Sondrio con lo scopo di sensibilizzare tutti a rivolgersi alle piccole imprese locali e alle botteghe di paese per le proprie necessità e per i propri regali di Natale.

Confartigianato Sondrio da anni è impegnata nella valorizzazione delle aziende del territorio. L’appello ai cittadini è quello di riscoprire l’artigianato, la bellezza e l’unicità dei servizi e dei prodotti artigianali e nel contempo a rivolgersi agli esercizi commerciali del proprio paese.

Scegliere i negozi di vicinato e le produzioni locali rappresenta un atto di lungimiranza, di sensibilità e di attenzione in una fase della vita economica e sociale delicata e difficile che ha fatto però riscoprire in molti l’importanza della Comunità e dell’unità.

Una campagna di comunicazione quella voluta da Confartigianato Sondrio che si lega idealmente anche alla battaglia per gli appalti a km “zero” avviata diversi anni fa’ e che spesso è stata citata e presa ad esempio.

Per agevolare la conoscenza e la scelta dell’azienda locale che meglio può soddisfare le esigenze dei cittadini, nella homepage del sito dell’associazione www.artigiani.sondrio.it è presente la sezione ‘Vetrina Virtuale’, uno spazio dedicato alle imprese associate che possono comparire gratuitamente ed essere così ‘rintracciate’ dai consumatori.

Scegliere i prodotti e servizi delle MPI offerti in Valtellina e Valchiavenna non vuol dire solo sostenere l’impresa, l’imprenditore, gli oltre 38 mila lavoratori e le loro famiglie, ma anche il benessere della comunità, dato che il 58% delle micro e piccole imprese del territorio (circa 7.600) sostengono o realizzano iniziative di interesse collettivo esterne all’impresa – per lo più iniziative sportive, umanitarie, culturali e divulgative generali (non collegate all’attività dell’impresa), di contrasto alla povertà e al disagio sociale e socio- assistenziali. Si tratta del 92% delle imprese totali impegnate in attività di interesse collettivo.

“Si può comprare locale – afferma Gionni Gritti, Presidente di Confartigianato Imprese Sondrio – anche senza dover recarsi nel luogo in cui è localizzata l’impresa, il negozio, la bottega o il laboratorio, poiché a seguito delle limitazioni imposte a causa della diffusione del virus, molte imprese artigiane e MPI si sono attivate su canali alternativi di vendita realizzando consegne a domicilio (15,9% delle MPI), intensificando e organizzando il servizio take away e anche accrescendo l’offerta tramite l’e-commerce (8,5%). Inoltre, nei mesi successivi al lockdown di primavera una quota di imprese che non disponevano di alcun canale alternativo alla vendita in presenza si è attivata per investire su questi canali (8,6% e-commerce e 5% altri canali)”.

Il messaggio vuole andare però oltre il tema del Natale ed è molto sentito dall’intero livello regionale, tanto che diverse  associazioni territoriali stanno aderendo alla campagna promossa da Confartigianato Lombardia ‘ABBIAMO A CUORE IL NOSTRO TERRITORIO  #ACQUISTIAMO LOCALE’.

Con questa campagna il sistema regionale  vuole alimentare il sentimento di fiducia e guidare  i cittadini verso una scelta responsabile;  “acquistare locale” diventa lo strumento attraverso il quale valorizzare il territorio e sostenere le “nostre” imprese.

Un messaggio di fiducia e positivo che punta a creare condivisione e unità.

Sondrio, 4  dicembre 2020

 

Confartigianato Segreteria

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews