Il 5 e 6 dicembre saranno di scena a Santa Caterina Valfurva, i due giganti di Coppa del mondo maschile, cancellati in Val d’Isère per mancanza di neve. L’organizzazione italiana, guidata dalla Federazione Italiana Sport Invernali, e supportata dalla Regione Lombardia, dal comune di Santa Caterina Valfurva, dalla Società Santa Caterina Impianti e dalla Onlus Cancro Primo Aiuto, ha raccolto la sfida di riuscire a mettere in piedi le due gare in pochissimi giorni. Ora tutto è pronto: sono stati effettuati lavori in pista per rendere il fondo molto compatto e adatto alle caratteristiche dei più grandi campioni internazionali, sono state posizionate le reti di sicurezza secondo gli standard previsti dalla Federazione internazionale, sono state approntate tutte le misure richieste dai protocolli sanitari per contrastare in modo efficace ogni rischio di contagio durante le competizioni. Tra atleti, staff tecnici e staff organizzativo (ovviamente il pubblico non potrà essere presente) saranno circa 450 le persone che approderanno sulla “Deborah Compagnoni” di Santa Caterina e daranno di fatto il via alla tournée delle gare italiane, che proseguirà poi con le classiche della Val Gardena, dell’Alta Badia, di Madonna di Campiglio e di Bormio.

Sarà Alex Hofer l’ottavo gigantista italiano a prendere parte alle gare di Santa Caterina Valfurva. Il 26enne delle Fiamme Gialle ha conquistato un podio nel primo dei due giganti di Coppa Europa a Gurgl e si è piazzato al quinto posto nel secondo, conquistando il posto in Coppa del mondo.
Hofer raggiungerà i compagni di squadra in Valfurva in serata. La formazione azzurra sarà composta quindi da: Luca De Aliprandini, Giovanni Borsotti, Riccardo Tonetti, Roberto Nani, Hannes Zingerle, Daniele Sorio, Stefano Baruffaldi, e, appunto, Alex Hofer.

La prima gara su una “Deborah Compagnoni” in splendida forma e tirata come un biliardo è prevista per sabato, con prima manche alle 10.30 e seconda alle 13.30, mentre la gara di domenica comincerà alle 10, con seconda manche alle 13. Una pista preparata in maniera impeccabile dai volontari, coordinati da due direttori di gara Tino Pietrogiovanna e Omar Galli, che hanno lavorato alacremente nei giorni scorsi per riuscire a “lisciare” la pista al meglio e che continueranno a lavorare anche nei prossimi giorni. Grande anche l’impegno della Santa Caterina Impianti che ha potenziato l’impianto di innevamento artificiale, portando a 56 il numero dei cannoni “sparaneve”, così da essere ancora più efficiente e riuscire così ad allestire la pista al meglio, in tempi ristretti e prima delle altre località. Un ringraziamento anche agli enti e alle istituzioni che hanno reso possibile questo evento, a cominciare da Regione Lombardia e dal Comune di Valfurva.
Parole d’elogio per Santa Caterina anche da Mike Kertesz, Technical Operations Manager della FIS. “E’ un piacere ritornare a Santa Caterina dopo qualche anno, qui è tutto migliorato ci sono le condizioni perché siano due gare bellissime. Siamo grati a Santa Caterina che in pochi giorni è riuscita ad allestire una pista in perfette condizioni, grazie ad un grandissimo lavoro di squadra. Devo fare proprio i complimenti alla località e all’organizzazione. Chapeau”.

Info:  https://www.bormioskiworldcup.com

Max Vergani | Chief of Media
Fulvio D’Eri | Press Officer
Michela Andreola Media & Digital Communication Manager

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews