“La vicenda poco chiara del Morelli si trascina, ormai, da troppo tempo” – è questa la motivazione principale che ha spinto l’Opposizione in Regione Lombardia a depositare una nuova interrogazione con risposta scritta all’Assessore al Welfare Giulio Gallera. “Fare chiarezza – dicono – è una questione di rispetto nei confronti dei sindaci e della comunità montana e mantenere un presidio così importante deve essere l’obiettivo di tutti”.

“A marzo 2020 – si evince dall’interrogazione depositata a prima firma da Niccolò Carretta (Azione) e sottoscritta dai consiglieri Strada (LCE), Baffi (IV), Borghetti, Girelli, Pizzul (PD) e Usuelli (+Europa – Radicali) – il Morelli di Sondalo diventa un Ospedale COVID e ha offerto già nelle primissime settimane di aprile un contributo fondamentale per la cura dei malati non solo della provincia di Sondrio”.

A giugno, però, iniziano i primi malumori, le prime dichiarazioni e i primi movimenti che agitano sindaci, comunità montana e cittadinanza poiché se in prima istanza l’Assessore Gallera rassicurava le Amministrazioni Locali circa l’utilizzo di fondi Ministeriali per adeguare i padiglioni 6 e 7 come da richiesta dei Sindaci della zona, in seconda battuta, lo stesso Assessore,  risponde a una interrogazione a prima firma Baffi (IV) dichiarando che i fondi ministeriali sarebbero stati utilizzati per ristrutturare i padiglioni 1 e 4, utilizzati per la cura di pazienti COVID.

“Considerate le numerose dichiarazioni mezzo stampa, l’impegno profuso di esponenti della maggioranza, la mozione 325 a prima firma Usuelli (+Europa – Radicali), approvata all’unanimità, che impegnava la giunta a salvaguardare l’Unità Spinale di Sondalo e a non autorizzare alcun depauperamento delle Alte Specialità e delle Attività Chirurgiche, abbiamo deciso di depositare un’interrogazione per fare luce sul futuro del Morelli” dichiarano i consiglieri di Opposizione.

Grazie a questo atto, auspichiamo di dare risposte concrete e il più possibile definitive sulla vicenda – dichiara Niccolò Carretta (Azione)- che interroga, insieme ai colleghi,  l’Assessore Gallera per conoscere le tempistiche con cui Regione Lombardia intenderà far ripartire a pieno regime le attività all’interno del Morelli, a che punto sia l’interlocuzione con il Governo relativamente al progetto approntato dalla ASST Valtellina e Alto Lario che prevede l’adeguamento dei padiglioni I e IV del presidio Morelli, ma anche quando la Giunta darà seguito alla mozione 325 e, soprattutto, se è intenzione della stessa Giunta depotenziare l’ospedale di Sondalo una volta trascorsi i 6 mesi così come da dichiarazioni a mezzo stampa.

“Occorre, vista la forte preoccupazione del territorio, un forte presidio e un livello di comunicazione maggiormente attento, chiaro, trasparente e dettagliato sul destino dell’Ospedale Morelli di Sondalo, mantenere un presidio ospedaliero di alto livello come il Morelli in un’area strategica come la Valtellina è fondamentale” concludono i Consiglieri regionali di Opposizione.

Edoardo Baratto

Responsabile Comunicazione e Stampa

Consiglio Regionale della Lombardia

Gruppo Misto-Azione

INTERROGAZIONE richiesta aggiornamento situazione Ospedale Morelli di Sondalo

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews