Bormio (SO) / Colico (LC), 15 ottobre 2020. Obiettivo rivincita per Lucio Da Zanche, che il 16-17 ottobre sarà per la prima volta al via del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda, ultimo round del Campionato Italiano Rally auto storiche, al volante della Porsche 911 gruppo B. Il pluricampione italiano ed europeo torna in azione con la GT tedesca gommata Pirelli e preparata dal team Pentacar insieme al fido navigatore Daniele De Luis con l’intento di riscattare la sfortunata trasferta del Rallye Elba, quando l’equipaggio valtellinese ha dovuto ritirarsi a causa della rottura del semiasse mentre stava comandando la gara. Il pilota di Bormio sarà all’esordio assoluto nell’appuntamento sardo del Tricolore, visto che sull’isola in passato ha partecipato soltanto al Rally del Corallo e nelle corse in salita all’Alghero Scala Piccada.

Oltre a schierare Da Zanche / De Luis, in totale Pentacar si presenta al via con cinque PorscheSu due ulteriori 911 gruppo B sono in gara il rientrante Enrico Melli, con ambizioni di classifica navigato da Matteo Nobili, ed Ermanno Sordi / Claudio Biglieri, mentre nel 2. Raggruppamento si schiera Maurizio Pagellail patron di Pentacar che nell’occasione sarà per la prima volta in equipaggio con Luisa Zumelli, e nel 1. Raggruppamento torna in azione sulla quinta 911 della factory di Colico anche il già titolato Antonio Parisi, stavolta con Antonello Moncada sul sedile di destra.

Da Zanche dichiara alla vigilia del rally in SardegnaNon ho mai disputato questo evento e quindi è difficile avere un’idea anche solo sulla carta del reale potenziale. Di sicuro desideriamo riscattare la sfortuna che ci ha colpito all’Elba, che di fatto ci ha pure escluso dalla corsa al titolo. Peccato, ma, appunto, cercheremo di rifarci. Qui le speciali sono previste su strade piuttosto scorrevoli e quindi ‘da Porsche’, vedremo. Siamo comunque carichi e intenzionati a concludere il campionato in maniera positiva.

Venerdì 16 ottobre dalle 14.00 il Costa Smeralda prende il via dal Molo Vecchio di Porto Cervo per affrontare le quattro speciali inaugurali e chiudere la prima tappa alle 19.00Sabato si riparte alle 9.00 per ulteriori quattro PS e poi il traguardo finale sempre a Porto Cervo alle 16.30. In tutto gli equipaggi copriranno 456,36 chilometri, dei quali 96,22 a cronometro per un totale di 8 prove speciali.

Gianluca Marchese / Agenzia ErregìMedia

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews