Negli ultimi mesi di questo drammatico 2020, torna “La spesa che fa bene – Iperal per il sociale”, l’iniziativa benefica promossa da Iperal con la Fondazione AG&B Tirelli, annunciata, come di consueto, a gennaio e slittata a causa della pandemia. A partire dal 21 ottobre i clienti di Iperal potranno accumulare i punti e scegliere a chi destinarli, premiando le associazioni di volontariato che sceglieranno come meritevoli di aiuto. Le novità annunciate alla fine dell’inverno scorso con la presentazione della nuova edizione sono confermate: un montepremi salito da 150 a 250 mila euro, il bacino territoriale allargato e nuove modalità per l’assegnazione dei punti. Lo spirito che da sempre anima Iperal è lo stesso, anzi, è rafforzato dall’ampliamento dell’iniziativa e dal crescente apprezzamento della clientela. Essere benefattori, partecipare a un grande progetto filantropico potendo scegliere i destinatari della donazione è un privilegio che Iperal concede ai suoi clienti. In un anno drammatico i bisogni delle persone sono aumentati e insieme le necessità delle associazioni che le sostengono: la cura, l’assistenza, la vicinanza dei volontari sono diventate indispensabili. Per le associazioni impegnate il grazie di Iperal, della Fondazione AG&B Tirelli e di tutta la clientela giunge ancora più convinto, perché è proprio nei momenti difficili che la solidarietà umana si manifesta per ciò che è: un dono sincero.

≪Con questa iniziativa vogliamo premiare chi si impegna per gli altri – sottolinea il responsabile comunicazione di Iperal Alessandro Pizzen -, ma anche dare visibilità e valore all’opera che queste persone svolgono nelle nostre comunità locali, in particolare in questo anno tragico segnato dalla pandemia. L’aumento dei contributi da 150 a 250 mila euro ci consente di soddisfare le richieste crescenti da parte delle associazioni, coinvolgendo i nostri clienti e lasciando a loro la facoltà di scegliere i destinatari. Insieme potremo aiutare tante associazioni e, attraverso di loro, le persone che si trovano in uno stato di bisogno, migliorando la qualità della loro vita≫.

I clienti Iperal titolari di CartAmica, nel periodo compreso tra il 21 ottobre e il 17 novembre 2020, per ogni 20 euro di spesa effettuata, riceveranno un punto “La spesa che fa bene – Iperal per il sociale” che non verrà consegnato sotto forma di bollino, come avveniva negli anni passati, bensì caricato automaticamente sulla propria CartAmica; doppi punti per i possessori di CartAmica Oro. Entro il termine del 29 novembre, i punti accumulati potranno essere assegnati a una delle associazioni partecipanti in due semplici modi: dandone comunicazione alle casse oppure utilizzando l’apposita sezione dell’App Iperal. Una scelta individuale volta a premiare la singola associazione che trasformerà il cliente in filantropo. Per ciascuna delle cinque aree geografiche individuate, corrispondenti alle province in cui Iperal è presente, (Valtellina e Alto Lario, Lecco e Como, Milano e Brianza, Valcamonica, Valli Bergamasche e Bergamo) sono state individuate 190 associazioni, scelte fra quelle che avevano presentato la loro candidatura nel febbraio scorso. I 250 mila euro del montepremi messo a disposizione da Iperal  e Fondazione AG&B Tirelli sarà ripartito tra le 190 associazioni secondo graduatorie per bacino territoriale stilate tenendo conto delle preferenze espresse dai clienti: settemila euro andranno alla prima classificata, cinquemila alla seconda, quattromila alla terza, tremila alla quarta, duemila alle associazioni dal quinto al decimo posto, mille a quelle dall’undicesimo al ventesimo posto. Dalla ventunesima posizione a scendere è previsto un premio pari a 500 euro.

Tutte le informazioni sull’iniziativa e l’elenco delle associazioni a cui destinare i punti sono disponibili sul sito internet www.iperal.it e sull’apposita sezione della App Iperal.

 

Iperal Supermercati Spa

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews