Nel 2019 è ricorso il centenario della nascita di Remigio Nussio e quest’anno ricorre quello di Renato Maranta, due musicisti e compositori (amici tra di loro) che nel periodo travagliato della Seconda guerra mondiale e nell’immediato dopoguerra sono stati i protagonisti indiscussi della scena musicale della Valposchiavo. Nel mese di ottobre, nella regione del Bernina, ci saranno due eventi a loro dedicati, in collaborazione tra Casa Besta, Pro Grigioni Italiano e il neonato Comitato 100 anni dalla nascita di Renato Maranta.

Renato Maranta (1920-1954) comincia a far parlare di sé già alla fine degli anni Trenta a 18 anni e scompare all’inizio degli anni Cinquanta. Registra notevoli successi come musicista e compositore di musica sacra e profana, canti liturgici e Messe polifoniche, nonché canzoni popolari che raccoglie in un’opera di cento canti intitolata Canzoniere. Scrive le parole delle proprie canzoni, pubblica liriche e saggi sui periodici grigionitaliani, collabora con la Radio Monteceneri e la Radio Beromünster, fonda una casa editrice propria. Ma dietro questi successi si nasconde un profondo dramma esistenziale. A causa di molteplici circostanze negative, Maranta si ammala e in una delle sue crisi «affida al fuoco» gran parte del Canzoniere e altre sue opere che ha sottomano, ma di cui un notevole numero è stato recentemente ritrovato e verrà pubblicato dalla Pgi.

Remigio Nussio è invece personaggio ben più conosciuto. Nato e morto a Brusio (1919 – 2000), organista, cantante e fisarmonicista, direttore di corali e compositore, affianca all’attività musicale durante la Guerra mondiale l’impegno miltare e successivamente l’impiego presso l’ufficio postale e la direzione della Banca Cantonale Grigione situata a Brusio. Formatosi in giovane età principalmente al Conservatorio di Berna, entra a far parte dello Stato maggiore privato del Generale Henri Guisan e solleva l’animo dell’esercito confederato con le sue esibizioni. Si accosta al movimento politico culturale «Difesa spirituale», collabora con le radio svizzere che trasmettono in gran parte dell’Europa, scrive canti popolari e opere per organo, cori e orchestre, di cui ricordiamo i poemi sinfonici Aurora e Impressioni primaverili in una valle del sud, e la Missa in modo poschiavino. E’ autore dell’Inno del Grigioni italiano, composto sposando la causa delle regioni di minoranza linguistica italofona del Cantone dei Grigioni.

Due sono gli appuntamenti nell’arco del mese di ottobre che danno lustro alla musica del Grigionitaliano attraverso le opere dei due compositori e in particolar modo che commemorano la figura “abbandonata” e il percorso artistico di Renato Maranta. Il primo evento avrà luogo a Poschiavo, il 10 ottobre, a partire dalle ore 9.00, al Centro parrocchiale con un convegno di studio sulla opera musicale e letteraria di Maranta. L’evento sarà intercalato da brani del compositore festeggiato eseguiti dalla soprano Manuela Tuena e dal maestro Giovanni Sanvito al pianoforte. Il duo costituito per i festeggiamenti dei 100 anni di Maranta si ripresenterà il 22 ottobre 2020, alle ore 20.00, presso le palestre della scuola di Brusio, per un concerto in ricordo di Maranta e del suo amico Remigio Nussio con recite di testi in lingua e in dialetto a cura di Begoña Feijoo Fariña e Chiara Balsarini. Quest’ultima manifestazione fa parte della rassegna di appuntamenti organizzati per i festeggiamenti dei 20 anni dal restauro di Casa Besta, mentre entrambi gli eventi sono organizzati con l’aiuto del comitato 100 anni dalla nascita di Renato Maranta.

Appuntamenti

Sabato 10 ottobre 2020, ore 9.00

Poschiavo, Centro parrocchiale

Convegno di studio con parte concertistica

L’opera musicale e letteraria del compositore poschiavino Renato Maranta

(Organizzazione Pgi sez. Valposchiavo e Comitato 100 anni dalla nascita di Renato Maranta)

Giovedì 22 ottobre 2020, ore 20.00

Brusio, Palestra della scuola di Brusio

Concerto per pianoforte e voce con letture

Musica e Parole. Tra Maranta e Nussio

(Organizzazione Centro culturale Casa Besta e Comitato 100 anni dalla nascita di Renato Maranta)

Informazioni:

Per maggiori informazioni sui due eventi e il programma dei 20 anni di restauro di Casa Besta si attendano i comunicati delle prossime settimane.

  • Convegno del 10 ottobre 2020 – Pgi Valposchiavo – valposchiavo@pgi.ch – Tel. 081 834 63 17 (l’intero programma della tavola rotonda si trova fin da subito sul sito web pgi.ch/valposchiavo )
  • Concerto con letture del 22 ottobre 2020 – Casa Besta – info@casabesta.ch

 

Giovanni Ruatti
Operatore culturale
Pro Grigioni Italiano
Centro regionale Valposchiavo

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews