In questa estate 2020 il basket, il settore più giovane dell’US Bormiese, non è rimasto con le mani in mano e all’approssimarsi della nuova stagione si presenta con alcune interessanti novità. Chiuso il ciclo di Franco Ravinetto, che aveva dato avvio alla pallacanestro giovanile in Alta Valle e che per due anni ne aveva seguito l’attività e la preparazione, il consiglio del settore si è messo al lavoro per garantire ai ragazzi una continuità sportiva e dar loro la possibilità di praticare questo sport all’insegna dell’impegno ma anche del divertimento. Da qui è nata l’idea di una collaborazione con il Basket Club Tirano-Gruppo Maganetti, grazie alla disponibilità di tecnici e dirigenti che hanno subito sposato la proposta dell’Alta Valle. 

“In questi due anni siamo riusciti a creare un bel gruppo di giovani – dice il presidente del settore basket Claudio De Piazzae di questo dobbiamo rendere merito a Franco che ci ha introdotto alla pallacanestro e ha realizzato dal nulla i primi gruppi, allenandoli e facendoli giocare. Ora vorremmo che tutto questo non si disperdesse. Noi ci mettiamo una grande passione e un grande impegno, ma per poter organizzare qualcosa di strutturato ci mancano i numeri in termini di tecnici e di tesserati e con le nostre sole forze non ce la facciamo. A Tirano esiste una solida esperienza in campo cestistico, abbiamo pensato di unire le forze e provare a costruire qualcosa insieme”.

Evans Corti è uno dei tecnici del BC Tirano-Gruppo Maganetti, nonché ex cestista approdato fino alla serie C: “Siamo stati molto contenti di questa apertura; tradizionalmente la pallacanestro si è radicata da Morbegno a Tirano, sarebbe il momento buono per provare a intercettare anche i giovani dell’alta Valle e anche dell’alto Tiranese e offrirgli un’alternativa in termini sportivi”. 

“È vero che in Alta Valle l’offerta sportiva non manca – afferma il consigliere Carlo Palesetuttavia le possibilità di fare un gioco di squadra non sono moltissime, soprattutto se guardiamo a livello maschile. La nostra proposta è orientata ad offrire uno sport all’insegna dell’impegno e del divertimento, senza esasperare l’aspetto agonistico”.

“Anche Livigno – prosegue la consigliera Monica Pedranaha manifestato un certo interesse, pur se le distanze potrebbero scoraggiare gli eventuali interessati. Ad ogni modo la nostra proposta resta aperta a chiunque abbia voglia di mettersi alla prova con questo sport; sulle modalità organizzative dovremo decidere strada facendo, in base alle adesioni che avremo raccolto per la stagione a venire”. 

Proprio per presentare l’attività congiunta che prenderà corpo nella stagione 2020/2021, sono stati organizzati 2 open day rispettivamente a Tirano sabato 19 settembre e a Bormio domenica 4 ottobre; qui i ragazzi (previa iscrizione obbligatoria) potranno approcciarsi al mondo della pallacanestro alla presenza dei tecnici, che saranno a disposizione per ogni delucidazione. E a Bormio l’iscrizione comprenderà anche il pranzo presso il bar Pentagono. 

Gli open day sono aperti a tutti senza limiti di età, tranne per la sessione maschile a Tirano che sarà riservata alle classi 2003-2007 per esigenze organizzative societarie.

Per info:

US Bormiese 0342 – 901482, info@usbormiese.com

BC Tirano: 348-4061180, bctirano@gmail.com

 

Anna

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews