(LNews – Milano, 03 ago) Regione Lombardia, nell’ambito del Piano di sviluppo rurale, ha stanziato 12,5 milioni di euro per finanziare 97 infrastrutture destinate allo sviluppo del settore agro-forestale. Nello specifico i progetti riguardano la realizzazione di nuove strade agro-silvo-pastorali, il miglioramento di quelle esistenti e la realizzazione di piattaforme ad uso collettivo per lo stoccaggio di materiali e prodotti del legno.

“Vogliamo sostenere la logistica in montagna, necessaria anche per il settore agricolo e per dare un ulteriore valore economico a questi territori” ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.“Si tratta di un intervento economico importante – ha spiegato l’assessore – di cui beneficeranno direttamente i Comuni e i consorzi per l’adeguamento e il miglioramento di strade agro-silvo-pastorali ad uso collettivo già esistenti, compresa la messa in sicurezza e l’adeguamento agli standard previsti dalle classi di transitabilità I e II relativamente alla larghezza della carreggiata e alla pendenza e per la realizzazione di nuove infrastrutture”.

Il provvedimento si applica nei comuni di collina ricompresi nei territori delle Comunità Montane e nei comuni di montagna, individuati secondo la classificazione ISTAT. Gli interventi relativi alle infrastrutture viarie rientrano nei Piani VASP (Viabilità Agro-Silvo-Pastorale) approvati. La realizzazione, l’adeguamento e il miglioramento di strade agro-silvo-pastorali possono essere effettuati da Enti pubblici, Enti di diritto pubblico e Consorzi forestali. I gestori privati possono realizzare solo interventi di adeguamento e miglioramento.

“I progetti sono stati valutati in base ai requisiti qualitativi degli interventi richiesti e al livello di progettazione. La montagna – ha concluso Rolfi – ha bisogno di interventi mirati per renderla più fruibile anche in chiave di prevenzione idrogeologica”.

I finanziamenti per la provincia di Sondrio (37 progetti – 5 milioni 100 mila euro) saranno così ripartiti:

COMUNE DI GROSIO: 141.440,00 euro

COMUNE DI LOVERO: 99.175,00 euro

CONSORZIO FORESTALE VAL CODERA: 31.556,00 euro

COMUNE DI BEMA: 193.400,00 euro

COMUNE DI BUGLIO IN MONTE: 122.107,63 euro

COMUNE DI COLORINA: 115.703,73 euro

COMUNE DI DELEBIO: 150.242,67 euro

COMUNE DI FORCOLA: 82.925,00 euro

COMUNE DI LOVERO: 82.511,27 euro

COMUNE DI SERNIO: 128.353,89 euro

COMUNE DI TORRE DI SANTA MARIA: 30.145,00 euro

CONSORZIO FORESTALE ALTA VALTELLINA: 127.911,18 euro

CONSORZIO FORESTALE ALTA VALTELLINA: 132.639,59 euro

COMUNE DI BERBENNO DI VALTELLINA: 60.332,80 euro

COMUNE DI CAIOLO: 146.224,41 euro

COMUNE DI COSIO VALTELLINO: 152.676,14 euro

COMUNE DI COSIO VALTELLINO: 215.197,00 euro

COMUNE DI GEROLA ALTA: 155.142,62 euro

COMUNE DI GROSOTTO: 81.440,44 euro

COMUNE DI PIATEDA: 199.700,00 euro

COMUNE DI PIATEDA: 300.000,00 euro

DEMANIO CIVICO FRAZIONALE VALLUNGA TARTANO: 316.690,19 euro;

COMUNE DI TIRANO: 123.687,00 euro

COMUNE CHIESA IN VALMALENCO: 67.798,27 euro

COMUNE CHIESA IN VALMALENCO: 90.155,21 euro

COMUNE DI LANZADA: 109.208,22 euro

COMUNE DI SONDRIO: 122.327,72 euro

COMUNE DI TEGLIO: 78.273,00 euro

COMUNE DI TEGLIO: 103.696,26 euro

COMUNE PONTE IN VALTELLINA: 71.003,21 euro

COMUNE PONTE IN VALTELLINA: 70.899,27 euro

COMUNE DI SAN GIACOMO FILIPPO: 391.691,98 euro

CONSORZIO FORESTALE ALTA VALTELLINA: 152.898,78 euro;

COMUNE DI PIURO: 155.000,00 euro

COMUNE DI CASTIONE ANDEVENNO: 163.222,50 euro

COMUNE DI GEROLA ALTA: 282.015,00 euro

COMUNE DI TOVO DI S. AGATA: 51.734,00 euro.

 

Lombardia Notizie

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews