La meta dell’escursione scelta dal Cai Valfurva per la giornata di domenica 28 giugno 2020 è la Valmalenco, con i suoi laghi, gli alpeggi, le montagne e i rifugi. Spesso ci scordiamo che la Valtellina ha meravigliose montagne e vallate tutte da scoprire, alcune delle quali ricche di storia alpinistica proprio come la Valmalenco. Campo Moro è la base di partenza della gita. Qui le possenti opere realizzate dall’AEM hanno segnato profondamente il paesaggio e le attività umane. Dal parcheggio nei pressi della diga di campo Gera si parte a piedi, costeggiando l’invaso e piegando verso la Svizzera, nella valle chiamata – non a caso – val Poschiavina. Il passo di Canciano segna il confine e da qui il gruppo si porta al passo di Campagneda (2615 mt), da dove comincia una facile discesa fino al rifugio Cristina. La sosta è piacevole e il paesaggio merita una visita, con la pittoresca chiesetta. Per altro sentiero ci si abbassa sino al parcheggio per riprendere la strada di casa.

Una bellissima gita con un fantastico gruppo che ha percorso l’intero itinerario di oltre 21 km in 6 ore, grazie anche alle buone condizioni meteo.

Luciano Bertolina

CAI VALFURVA

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews