In oltre 30 anni non era mai accaduto, ma una pandemia non è roba da scherzarci su e così anche la Re Stelvio Mapei dà l’appuntamento a tutti al 2021.

La decisione era nell’aria, ma l’ufficializzazione è avvenuta solo in questi giorni quando i vertici della Mapei e i responsabili dell’US Bormiese hanno diramato il comunicato con cui annunciano l’annullamento della 36a edizione, che pertanto si correrà domenica 11 luglio 2021.

La Re Stelvio Mapei da sempre è gioiosa festa sportiva, a cui partecipano migliaia di persone che provengono da tutta Italia e da tante nazioni e l’annullamento è stata per noi decisione sofferta ma che ha considerato anche l’attuale incertezza ed i divieti imposti agli eventi di massa. Con atteggiamento positivo e seppure il nostro regolamento stabilisca che “se, per cause di forza maggiore o di qualunque ulteriore genere non imputabile all’organizzazione la manifestazione non dovesse svolgersi, l’importo di partecipazione non verrà né rimborsato, né riconosciuto per l’anno seguente”, visti i rapporti intercorsi negli anni con i partecipanti alla manifestazione e tenuta in considerazione la situazione complessa che si è venuta a creare con l’emergenza Codiv-19, daremo la possibilità a chi aveva già regolarizzato la propria iscrizione di mantenere l’importo già pagato per l’edizione 2021, con l’eventuale sola integrazione per la differenza sulla nuova iscrizione.

Le attuali condizioni – è noto a tutti – avrebbero reso impossibile non solo l’attuazione della gara sportiva, ma soprattutto lo svolgersi di quell’aspetto di festa e di socievolezza che la giornata avrebbe regalato a tutti i partecipanti.

Una scelta obbligata, ma intrapresa con la speranza che la Re Stelvio Mapei possa tornare presto a regalare emozioni ai piedi dello Stelvio.

 

 

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews