Era nell’aria da giorni e oggi è arrivata l’ufficialità dalla Federazione Italiana Pallavolo con il comunicato odierno che annulla completamente lo svolgimento delle Finali Nazionali Giovanili CRAI e del Trofeo delle Regioni Kinderiadi, indoor e beach volley. D’altronde, nell’attuale situazione era impensabile immaginare di poter confermare attività ludiche – seppur di alto livello – che richiedono una tempistica organizzativa di parecchie settimane in anticipo sull’evento. La prosecuzione dei vari campionati, improvvisamente interrotti, è invece ferma; la Federazione lascia aperta la possibilità di un eventuale ripresa solamente “laddove la situazione dovesse migliorare e consentire l’apertura di una finestra di attività nel mese di giugno”. Analoga soluzione per il Trofeo dei Territori che l’US Bormiese e il Comitato provinciale FIPAV avrebbero dovuto organizzare nel mese di maggio: tutto fermo, per ora, e rimandato (forse) a tempi migliori.

In questo momento, ovviamente, il primo pensiero di tutti è per la salute e la FIPAV raccomanda a ogni livello di “ribadire con forza e determinazione che oggi ognuno ha l’obbligo morale di invitare tutti a rispettare quanto previsto e richiesto dalle autorità intergovernative, non dimenticando chi per ragioni differenti sta soffrendo e vivendo ore di grandissima difficoltà, con la certezza che i sacrifici imposti dalla contingenza attuale, saranno presto ripagati con il ritorno a vivere quelle splendide emozioni che il campo e gli stessi giovani della pallavolo sanno trasmettere”.

L’US Bormiese non può far altro che unirsi a questo appello, sperando che tale drammatica contingenza passi al più presto e si possa tornare a guardare con fiducia all’avvenire sportivo dei nostri ragazzi.

 

 

Anna

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews