Anche per il 2020 l’Associazione Progetto Alfa indice il concorso internazionale Giovanni Bertacchi dedicato alla poesia e letteratura.

In questa settima edizione il premio viene arricchito di nuove categorie che prevedono l’ammissione anche di elaborati come favole, saggi, epistole o componimenti in prosa, oltre che libri di narrativa. Per quanto concerne la poesia è stato inserito anche una sezione dedicata al tema religioso. E ciò rende ancor di più questo concorso un unicum nel panorama culturale letterario. Le opere possono anche essere edite. Ma a riguardo maggiori dettagli sono illustrati alla pagina www.progettoalfa.org che reindirizza in automatico al regolamento del concorso ove vengono illustrati sia le modalità di partecipazione oltre che le classi di partecipazione previste.

La forza di questo concorso risiede nella sua apertura al mondo e alle diversità. E per questo sono ammesse oltre all’italiano, anche altre lingue come inglese, francese, tedesco, spagnolo, nederlandese, cinese mandarino, arabo, turco, polacco, slavo e le lingue locali (ovvero i dialetti italiani).

Il premio diventa, così, una finestra sul nostro mondo che si ritrova riunificato dalla cultura. Ambasciatore di questa grande iniziativa risulta essere il poeta Giovanni Bertacchi, cantore delle Alpi e, per questo, un simbolo per il mantenimento della propria identità ed origine. La cultura, infatti, ha il potere, come la musica, di unire nella diversità, arricchendoci oltre che rafforzare le nostre radici e la nostra storia.

L’edizione precedente del premio Bertacchi, in questo senso, ha raggiunto il suo traguardo, riunendo in Sondrio, più di 80 poeti provenienti da ogni parte d’Italia in un convivio culturale che non ha avuto precedenti. Il successo di partecipazione alla serata di premiazione per la categoria nazionale italiana svoltasi al teatro sociale di Sondrio ne é stata una conferma. Senza contare la grande partecipazione a Varsavia, in occasione della premiazione dei poeti della categoria internazionale svoltasi presso l’istituzione della “Dom Polony” (Casa della Letteratura polacca) e la cerimonia di premiazione finale al Campidoglio. Varsavia é stato anche teatro di una grande iniziativa, detta i Mosty, ovvero i ponti, che ha consistito in una pubblicazione di una antologia bilingue in cui sono state raccolte le maggiori poesie che, idealmente, creano un ponte tra cultura polacca e quella italiana.

Il bilancio può, quindi, essere definito positivo. Anche quest’anno la direzione del concorso rimane a Massimiliano Greco mentre la difficile scelta dei membri della giuria, costituita da personalità appartenenti al mondo accademico, artistico culturale e sociale sia nazionale che internazionale, che dovranno giudicare gli elaborati, sarà svolta da Antonio Muraca, presidente del comitato scientifico del concorso.

Il premio Bertacchi si svolge sotto il patrocinio del Comune di Sondrio che, da diversi anni, sostiene questa iniziativa.

 

 

Progetto Alfa

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews