Albosaggia 20 febbraio 2020

 

“Valtellina Orobie 2020” si presenta: lo sguardo si spinge avanti ma il programma poggia sulle solide basi costruite nei molti decenni di lavoro. La storica gara di scialpinismo, nata e cresciuta ad Albosaggia, festeggia la 34° edizione e si conferma fra le più attese di tutto l’arco alpino. “Più che mai quest’anno – ha dichiarato il Sindaco Graziano Murada durante la conferenza stampa di presentazione – questo grande evento agonistico costituisce un richiamo irresistibile, tornando ad essere una classica, con la formula della prova a squadre”. Con questo appuntamento di assoluto rilievo, Albosaggia conferma dunque di essere la culla e il cuore dello scialpinismo mondiale, come anche le recenti medaglie olimpiche conquistate a Losanna hanno dimostrato.

Per la consueta serata dedicata al pubblico, un programma che promette emozioni:
“Venerdì 28 febbraio alle 20,30 presso la Palestra Comunale – ha annunciato Murada – ricorderemo con testimonianze, immagini e racconti, la figura di Mario Cotelli”. La scelta ha un significato preciso: “Da sempre amiamo lo sci e da sempre lavoriamo per lo sviluppo di modelli virtuosi, proprio come quelli che hanno permesso a Cotelli e alla leggendaria Valanga Azzurra di farsi onore nel mondo”.
Dal punto di vista tecnico, “Valtellina Orobie” conferma di essere un marchio di garanzia: “La FISI ha scelto Albosaggia, ancora una volta, per una gara fra le più importanti della stagione – ha spiegato il presidente della Polisportiva Albosaggia Gianluca Cristini – alla quale parteciperanno tutti i più forti della disciplina: una data fissata molti mesi fa evitando sovrapposizioni con eventi anche internazionali perchè il Meriggio è anche banco di prova in vista di altri appuntamenti agonistici fondamentali”.

Tracciato duro e di selezione, dunque, tecnico come nessun altro, divertente e impegnativo al tempo stesso. Non meno impegnativo, seppur in modo diverso, il programma “Valtellina Orobie Event” calendario ormai consolidato di appuntamenti a corollario della gara: si comincia il 27 febbraio con due giorni di attività didattiche e sportive rivolte alle scuole, realizzate in collaborazione con il Parco delle Orobie Valtellinesi a riprova e a conferma dell’impegno collettivo per la valorizzazione dell’ambiente e per la crescita dei più piccoli chiamati a lavorare sul tema dei cambiamenti climatici. Punto di forza della kermesse: la collaborazione convinta e consolidata fra tutte le componenti di Albosaggia, Comune e polisportiva ma anche Fondazione Albosaggia, associazioni, volontari e famiglie. “Una squadra unita e rodata – è stato il commento di Chicco Cotelli, rappresentante della famiglia Cotelli nell’organizzazione della serata dedicata al fratello Mario – il cui impegno e la cui passione mi hanno commosso”. Negli anni trascorsi nel mondo degli sport invernali e del CONI come responsabile della ricerca scientifica per tutte le discipline grazie al laboratorio di ricerca applicata di Santa Caterina Valfurva, Chicco Cotelli è stato protagonista e testimone al tempo stesso della nascita e dello sviluppo dello scialpinismo. “Conosco benissimo sia la storia sia le imprese e le capacità organizzative di Albosaggia- ha detto durante il lancio di “Valtellina Orobie 2020” – e sono felicissimo di essere stato coinvolto nella messa a punto di una serata che immagino serena e ricca di spunti preziosi per ricordare le molte cose fatte da mio fratello”.
Giornalisti, ex atleti, allenatori, rappresentanti del mondo dell’impresa e amministratori tratteggeranno la figura del manager e del tecnico sportivo e federale, del professionista nella comunicazione e dell’uomo di finanza, del pioniere nell’industria sportiva e del maggior esperto in ambito turistico. “Non certo il più amato – ha ricordato con il sorriso Chicco Cotelli – ma certamente apprezzato nel tempo per le sue intuizioni ed intraprese di successo, come il rilancio del termalismo in alta valle grazie ad un modello esportato anche nel resto del mondo”. L’incontro – nel quale sarà lanciata la prima borsa di studio riservata agli studenti maturandi che praticano gli sport invernali a livello agonistico – sarà accompagnata da alcuni intermezzi musicali dello stesso Cotelli che, insieme a Laura Bologna (voce) e Bruno Stangoni (tromba) promette di regalare al pubblico un tocco magico in più.

 

Asd Polisportiva Albosaggia

 

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews