Venerdì 21 febbraio, presso l’auditorium del Policampus di Sondrio, la Montagna tornerà protagonista in occasione dell’avvio del percorso Montagna 4.0: un futuro da costruire insieme, giunto quest’anno alla sua terza annualità.  Promossa da Società Economica Valtellinese, con il supporto di Enti e Istituzioni locali, la terza edizione del percorso formativo si rivolge a tutti i Valtellinesi e mira a fornire gli strumenti per trasformare le sfide economiche globali che contraddistinguono la nostra epoca  in opportunità di crescita collettiva. Questo percorso, iniziato nel 2017 per promuovere e  condividere un’attenta riflessione sulle trasformazioni culturali, sociali e tecnologiche in atto, accompagnando cittadini e amministratori nella lettura delle criticità e dei punti di forza dell’ambiente montano, si sta distinguendo per un sguardo sempre più attento nei confronti delle giovani generazioni.

Anche nel corso dell’incontro del 21 febbraio, moderato da Maria Chiara Cattaneo, docente di Economia dell’innovazione presso l’Università Cattolica e Presidente del Comitato Scientifico SEV,  sarà dato ampio spazio ai giovani; un intervento a due voci di Maria Chiara Cattaneo con Elena Giunta del Politecnico di Milano verterà infatti sul loro ruolo fondamentale per lo sviluppo del territorio montano.

Seguirà la presentazione delle proposte progettuali che hanno partecipato alle due edizioni del concorso di Idee legato a Montagna 4.0, ideato allo scopo di motivare e incoraggiare i partecipanti a fare rete per elaborare proposte innovative di valorizzazione del territorio. Ai vincitori del concorso 2017/18 spetterà il compito di fare il punto sullo stato dell’arte dei progetti avviati grazie al contributo di SEV.  Grandi soprese riserveranno poi le premiazioni delle due linee di concorso  promosse per l’annualità 2018/19: Montagna 4.0, aperto a semplici cittadini, associazioni e società,  e La montagna che vorrei, novità introdotta lo scorso anno a favore degli studenti delle scuole secondarie di tutta la Provincia di Sondrio. L’iniziativa La montagna che vorrei, avviata da SEV in sinergia con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, è stata pensata per i giovani quale occasione per mettere in gioco le proprie competenze e spronarli a ricoprire un ruolo attivo nella pianificazione del loro futuro. I due concorsi sono stati promossi da SEV con il pieno supporto del Comune di Bormio, il sostegno del Parco Nazionale dello Stelvio, il patrocinio di Provincia di Sondrio, Regione Lombardia e CIPRA e il prezioso contributo di diverse imprese del territorio (A2A, Ghelfi Ondulati, Gruppo Maganetti, Webtek).

All’incontro saranno presenti Massimo Sertori, Assessore Enti locali, montagna e piccoli comuni di Regione Lombardia , Fabio Molinari, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, Alessandro Nardo, direttore del  Parco Nazionale dello Stelvio,  Roberto Volpato, sindaco di Bormio e Benedetto Abbiati, Presidente del Consiglio Direttivo SEV.

 

 

Sabina C.

LocandinaSEV_21022020 (1)

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews