Nelle due giornate di sci di fondo – tecnica classica – dedicate agli “scoiattolini” dello Skiri Trophy (ex Trofeo Topolino), che da 37 anni è il trampolino di lancio dei giovani talenti sugli sci stretti, l’Alta Valle si è fatta valere con alcune importanti posizioni guadagnate con grandissimo impegno fra gli oltre 1300 partecipanti delle varie categorie, non solo italiani ma anche stranieri. Fra i baby migliori risultati per Samuel Viviani (Sporting Club Livigno), appena giù dal podio, e per Nicolò Pedranzini (S.C. Alta Valtellina), Raffaele Panizza (Sporting Club Livigno), Matteo Spechenhauser (S.C. Alta Valtellina), Sara Occhi (S.C. Alta Valtellina), tutti entro i primi 10 di classifica. Nella categoria Cuccioli centra il podio Michel Zanaboni, terzo per lo S.C. Alta Valtellina, seguito dal compagno Matteo Zanoli e da Alan Antognoli (Sporting Club Livigno), chiude nei 10 anche Dario Clementi (S.C. Alta Valtellina).

Nella seconda giornata di gara occhi puntati su Stella Giacomelli, vincitrice della categoria Cuccioli nello scorso anno, che al suo primo anno nella categoria Ragazze sale ancora sul podio con un ottimo 3° posto, dietro alle due portacolori dello S.C. Alpi Marittime di un anno più grandi. Sul podio maschile anche Niccolò Bianchi (Sporting Club Livigno), secondo posto per lui; la prima decina di concorrenti comprende anche Federico Pozzi (S.C. Alta Valtellina), Simone Negrini (Sporting Club Livigno), Pietro Zanoli (S.C. Alta Valtellina). Nella categoria Allievi La Polisportiva Le Prese riesce a piazzare sul secondo gradino del podio la sua forte atleta Manuela Salvadori, mentre in campo maschile si classificano entro i primi 10 altri tre livignaschi: Aksel Artusi (a podio con un 3° posto), Federico Majori e Teo Galli.

La classifica di società premia lo S.C. Alpi Marittime seguito immediatamente dai due sodalizi dell’Alta Valle Sporting Club Livigno e S.C. Alta Valtellina.

“Il bilancio delle due giornate di gara è positivo – dichiara Nicoletta Nones, coordinatrice della manifestazione – mi sembrano tutti soddisfatti e contenti. La partecipazione è soddisfacente: abbiamo mantenuto i numeri dell’anno scorso, e già questo è un buon traguardo. Non conosco altre gare come questa, a livello europeo e internazionale: Skiri Trophy è un piccolo campionato del mondo.

 

Anna

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews