Il 27 gennaio 2020, Giorno della Memoria, il Comune di Tirano ricorda le vittime della Shoah con un programma culturale di musica, letture e libri per non dimenticare la ferocia e la disumanità nazifascista.

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza in cui si medita su una delle più grandi tragedie della Storia, ma è anche un invito costante a tenere vive le coscienze, all’impegno e alla vigilanza.

Nell’ambito della rassegna “Memoria per il futuro” il programma proposto dall’Assessorato alla Cultura prevede il concerto del gruppo vocale e strumentale Klezmorim all’Auditorium Trombini. Un viaggio nella musica yiddish, nelle tradizioni e nella storia dei momenti felici e delle tragedie di un popolo, gli Ebrei della Polonia, dell’Ucraina, della Lituania, della Bielorussia, travolti e scomparsi per sempre nella Shoah. I canti proposti, spiegati e inquadrati storicamente da Rolando Anni, docente dell’Università Cattolica di Brescia, trasmettono messaggi di grande intensità emotiva e spaziano da quelli della tradizione sacra ai canti popolari yiddish, dai canti della Shoah a quelli di gioia.

I Klezmorim, che prendono il nome dai musicanti ebrei dell’Europa centro-orientale, sono attivi dal 2000 e hanno alle spalle più di 100 concerti, chiamati in più occasioni a partecipare alla Giornata Europea della Cultura Ebraica, all’iniziativa “Un treno per Auschwitz” e al festival LeXGiornate. Hanno presentato numerosi concerti a Cracovia in Polonia: nel centro Hala Wisla condividendo il palco con Moni Ovadia (2007), presso il teatro Kjov (2008), nella sinagoga Templ (2009 e 2010) e nella Filarmonica di Cracovia (2011). Nel gennaio 2011 il gruppo ha realizzato il suo primo CD “Klezmorim” e nel 2018 ha dato alle stampe il saggio di Rolando Anni “Vita e musica nello shtetl”.

L’Amministrazione comunale ha voluto promuovere questa iniziativa in un momento storico complesso” dichiara la Vicesindaca Sonia Bombardieri “in cui antisemitismo, razzismo e negazionismo purtroppo si riaffacciano in varie forme anche in Italia. Ricordare la Shoah è un dovere verso la Storia, un impegno a contrastare questi fenomeni e rifiutare, come spesso ammonisce la senatrice Liliana Segre, il peggiore dei mali, l’indifferenza”.

A vent’anni di distanza, serve anche ricordare il testo della legge istitutiva di questa ricorrenza: «La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.»

A completare la riflessione sulla Shoah, nella giornata di lunedì, la Biblioteca Civica Arcari proporrà letture sul tema alle classi della scuola primaria.

Accessibile a tutti e pensata per adulti e ragazzi, sarà invece la mostra bibliografica sulla Shoah che sarà promossa sul portale del Sistema Bibliotecario Provinciale e proporrà romanzi, saggi e poesie per approfondire l’immane tragedia che toccò gli Ebrei e con loro anche altre minoranze etniche, sociali e culturali.

Il concerto “Klezmorim, viaggio nella musica yiddish” a ingresso libero, si terrà all’Auditorium Trombini alle ore 21.00.

Info: Biblioteca Arcari Tirano 0342 702572 – biblioteca@comune.tirano.so.it

 

Dott. Manuel Piardi

Ufficio Stampa

Memoria per il futuro_Klezmorim_loc

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews