Il 14 novembre, alle ore 21, al cinema Excelsior di Sondrio, proseguirà il ciclo di incontri “Per fare un bambino ci vuole un villaggio”, con il primo di due eventi dedicati alla disabilità: la proiezione del film di Pupi Avati, “Il fulgore di Dony”.
È una storia d’amore adolescenziale decisamente non comune, perché uno dei due protagonisti è affetto da disabilità cognitiva e comportamentale.
Nonostante il tema sia tutt’altro che frivolo, il film è coinvolgente e commovente.
La delicatezza dell’argomento e lo strumento cinematografico potevano indurre a rappresentarlo evitandone gli aspetti più sensibili; Pupi Avati ha invece scelto di raccontare con realismo, evitando sdolcinature, senza nulla togliere alla delicatezza.
Il risultato è un film intenso, ricco di umanità e di quella nostalgia verso un mondo fatto di sentimenti cristallini, di personaggi ingenui che nel loro candore ci rimandano alla nostra infanzia, a quel desiderio di paradiso che il mondo di oggi spesso ci strappa e che sempre ricorre negli splendidi film di Avati. Un film, questo che presentiamo, dal quale sorgono – specialmente nell’animo di un genitore – domande che esigono risposte sincere e profondamente pensate.
Certamente “Il fulgore di Dony” non lascia indifferente nessuno, neanche il suo autore (“non ho mai scritto una storia che mi abbia toccato così”, ha detto Pupi Avati): ci costringe a guardare al cuore di chi si dedica totalmente a una persona fragile e bisognosa anzitutto di affetto. Il film, all’interno della nostra proposta, ha un grande significato educativo, per una società che sembra aver dimenticato il valore e la bellezza del donarsi.
Esprimiamo profonda riconoscenza ai fratelli Pupi ed Antonio Avati, che ci hanno permesso di proporre questa splendida serata.

Silvio Ciccarone e Gianantonio Spagnolin – Family Day Difendiamo i Nostri Figli Sondrio
[email protected]

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews