Un buon Sondrio, determinato e grintoso, avrebbe meritato di pareggiare sul campo di una TRITIUM che ha fatto valere una panchina nettamente più lunga di quella dei valtellinesi e che ha sfruttato due errori della retroguardia biancoazzurra ad inizio ripresa per vincere la gara per 2-1. Un passo falso che ci può anche stare, la classifica è ancora ottima (il Sondrio è 4° a meno 5 dalla vetta dove si è issata la Pro Sesto con 19 punti) anche se da dietro hanno accorciato un po’ le distanze… Il Sondrio domenica è partito molto forte, ha messo in difficoltà i padroni di casa con le incursioni sulla destra di Idrissi e di Panatti (poi uscito a fine primo tempo per una lussazione alla spalla sinistra), senza tuttavia riuscire ad essere pericoloso in zona gol. La Tritium ha fatto poco, da segnalare un gol annullato a Milazzo per fuorigioco e nulla più. Al 35′ bella azione di De Respinis per il SONDRIO e rasoterra ben parato dall’ex PRO Paolo Acerbi, portiere che ha giocato poche partite in A e tante tra B E C. Nel secondo tempo ecco i fuochi d’artificio. Al 2′ calcio d’angolo dalla destra e inzuccata di Della Volpe che, privo della giusta marcatura, ha superato Guerci per l’1-0 e al 12′ ecco la frittata. Palla fuori area per Guerci che “cicca” il rinvio di piede, la palla si alza, il portiere del Sondrio la prende in presa nei pressi della linea dell’area di rigore. Per il guardalinee è fuori dall’area e così l’arbitro concede una punizione e sventola il giallo a Guerci. Sul tiro di Milazzo, una deviazione della barriera spiazza il portiere del Sondrio e la palla si insacca in rete. Il Sondrio però non si è abbattuto e ha reagito alla grandissima… accorciando le distanze due minuti dopo. Grande azione di De Respinis che è entrato in area sulla destra e che ha costretto il difensore al fallo da rigore. Esecuzione perfetta del bomber del Sondrio che è così salito a quota 8 gol in 8 partite. Mister Nordi ha provato a cambiare le carte in tavola e ha messo in campo Ayoub e Vaglio, non avendo punte in una rosa un po’ ristretta soprattutto davanti.  Nel finale De Respinis, nelle vesti di suggeritore, ha messo al centro un gran pallone che Drovetti, trovatosi solo soletto e leggermente avanti alla palla a non più di 5 metri da Acerbis, ha mandato però alto sopra la traversa.

CLASSIFICA (8 giornata): Pro Sesto punti 19, Seregno e Folgore Caratese 17, SONDRIO e Scanzorosciate 14, Tritium, Legnano, Brusaporto e Arconatese 13, NibionnOggiono e Virtus Ciserano Bergamo 12, Caravaggio 10, Ponte San Pietro 9, Inveruno 8, Castellanzese 7, Levico Terme e Villa Valle 6, Virtus Bolzano 5, Milano City e Dro Alto Garda 4.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews