Valgerola, Valtellina, si chiude al meglio l’evento Gustosando a Gerola Alta

Una grande festa all’aperto, o seduti in locali caratteristici, gustando la migliore cucina delle Alpi lombarde, sorseggiando i migliori vini di Lombardia, in compagnia, con le famiglie, i bambini, visitando locali storici e suggestivi, incontrando decine di animatori e di volontari in costume.

Si chiude con un numero davvero rilevante di presenze, sui due fine settimana turistici, sabato 28 e domenica 29 settembre e 5 e 6 ottobre, l’evento gastronomico Gustosando a Gerola Alta, itinerario e viaggio nella cucina tipica alpina, che è parte della manifestazione autunnale Gustosando in Valtellina

Almeno 1600 persone a conteggi ancora in corso hanno raggiunto la destinazione turistica, per partecipare al pranzo o alla cena itinerante nella culla del formaggio Bitto, insieme ai migliori vini Doc e Docg valtellinesi. Hanno indossato i marsupi con dentro i calici e le posate, sono stati accolti da tutti i volontari del paese con accuratezza e ospitalità ricercata e si sono trovati di fronte a piatti di alta cucina, nati da ingredienti semplici. Zucche, miele, farina di grano saraceno, grandi carni, funghi porcini.

E ancora una volta, sono arrivati i grandi numeri. Con grande soddisfazione per questo centro alpino che lavora facendo leva sulle proprie tradizioni e sul proprio ambiente, come strumento di rilancio e riscatto, per una montagna moderna e ripensata.

«A nome dell’Amministrazione comunale di Gerola Alta, di Ecomuseo Valgerola e mio personale – ha detto Walter Pasina responsabile dell’evento – vorremmo rivolgere un caloroso ringraziamento ai protagonisti di questa impresa, i volontari delle attività, Albergo Pineta, Albergo ristorante Valle del Bitto, Antica Trattoria Pizzo Tre Signori, Bar Terry, La Butega de Maria, le associazioni, Amici di Laveggiolo, Castelàa, Pro Fenile, Pro Loco di Gerola Alta, Protezione civile, Gruppo Folcloristico “i Giaroi”, Gruppo A.N.A. e a tutti quelli che si sono prestati alla realizzazione di Gustosando 2019. L’impegno, la passione e la disponibilità profusi, ci hanno consentito di realizzare un evento molto apprezzato (come appare nei dati ricavati dai questionari compilati dai partecipanti) e che ha raggiunto la cifra record di 1.600 persone nei due fine settimana. La gratificazione dei risultati ottenuti e gli elogi profusi da chi ci ha visitato ci saranno di stimolo per, dove possibile, migliorare ulteriormente, negli anni futuri, la qualità della nostra offerta».

ufficio stampa Ecomuseo Valgerola

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews