LA SETTIMANA DELLA PROTEZIONE CIVILE. FORMAZIONE ED EVENTI PER SENSIBILIZZARE ALLA PREVENZIONE DEL RISCHIO

(Lnews – Milano, 08 ott) “Novanta piazze della regione, 500 comunicatori e volontari lombardi nelle piazze. Obiettivo, diffondere conoscenza dei rischi del territorio e trasmettere le buone pratiche a tutti. Gia’ l’anno scorso, con l’iniziativa ‘Io non rischio’ abbiamo registrato un successo di partecipazione e condivisione di informazioni, e quest’anno vogliamo fare ancora meglio. Un’eccellenza a livello nazionale, questa e’ la nostra protezione civile”. Cosi’ ‘assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, ha presentato oggi in Regione la ‘Settimana della Protezione civile”, al via l’11 ottobre prossimo. “La protezione civile deve partire dalla scuola – ha aggiunto Foroni – per educare, far conoscere e per formare l’adulto di domani. Ma anche per cercare nuovi volontari, di cui abbiamo assoluta necessita’”.
L’assessore ha quindi rinnovato con Eugenio Gatti, direttore generale della Fondazione Politecnico di Milano, la convenzione triennale per attivita’ di formazione aperte a tutta la cittadinanza mediante apprendimento a distanza. “Basilare la formazione – ha commentato Foroni – per avere un intervento ottimale nelle situazioni di grande attenzione dove la prontezza e’ fondamentale”. Il contributo regionale e’ di 70 mila euro, “fondi – ha aggiunto Foroni – che rappresentano un investimento quando si parla di protezione civile”. Foroni ha ricordato la grande passione che contraddistingue i 24 mila volontari di Protezione civile. “Oggi il Sistema Italia senza l’aiuto di questi volontari farebbe fatica – ha aggiunto l’assessore – e le pubbliche amministrazioni devono fare il possibile per investire in questa direzione”.

IL PROGRAMMA – La ‘Settimana della protezione civile’ promuove e realizza iniziative di informazione e comunicazione volte a sensibilizzare l’opinione pubblica, ed in particolare i giovani, sui temi della protezione civile e della resilienza, anche attraverso la diffusione di iniziative finalizzate alla riduzione dei rischi e della conoscenza diretta delle capacita’ di intervento delle diverse articolazioni del citato Servizio nazionale.
Ecco gli eventi organizzati dalla Protezione civile:
-la campagna ‘Io non rischio 2019’ (12/13 ottobre) in 88 piazze lombarde con oltre 700 volontari impegnati;
-‘Giornata dedicata al Mondo della Scuola’ (14 ottobre), in collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia con la rete delle scuole che fanno parte della rete dei centri di promozione della Protezione civile. Tutti i CPPC faranno attivita’ di formazione e addestramento con insegnanti e studenti.
– Laboratorio comuni a rischio sismico (15 ottobre), in collaborazione con Polis e Anci Lombardia, indirizzato ai tecnici/funzionari dei Comuni lombardi classificati in zona 2, per la gestione delle attivita’ connesse con le verifiche di agibilita’ degli edifici post sisma; Piano formativo 2019 della Scuola Superiore di protezione civile;
– Fiumi sicuri (dal 12 al 20 ottobre): formazione specialistica e addestramento per la prevenzione del rischio idrogeologico e
idraulico nell’ambito delle competenze delle autorita’ idrauliche in collaborazione con le Province di Bergamo, Brescia, Cremona, Como, Lecco, Lodi, Mantova, Citta’ Metropolitana, Monza Brianza e Varese, gli Utr, Aipo e il Volontariato di Protezione civile, con oltre 1.200 volontari;
– Formazione e addestramento specifico in ambito forestale, in collaborazione con Ersaf (12 ottobre), per sensibilizzare i volontari al riconoscimento dei pericoli e alla valutazione dei rischi specifici connessi al taglio dei tronchi in tensione, delle piante sradicate o appoggiate; conoscere le tecniche di taglio sul legname in tensione e in generale sul legname schiantato a seguito di eventi meteorici; 90 volontari partecipanti.
– Seconda edizione del corso rischio elettrico per personale operativo di protezione civile (16 ottobre), in collaborazione con Enel distribuzione.
Intanto oggi, con la delibera approvata su proposta dell’assessore Foroni, e’ stato avviato protocollo d’intesa con il consorzio dei Centri acqua potabile per la collaborazione in protezione civile con il corso di formazione di circa 120 tecnici interni ai consorzi. Il protocollo prevede una collaborazione tra Regione Lombardia e Water Alliance, la rete di 8 imprese lombarde gerenti il servizio idrico integrato che copre oltre il 50 % del fabbisogno di acqua potabile ai lombardi. “Le sinergie gia’ espresse verranno esaltate al massimo, cosi’ come le collaborazioni e lo scambio di informazioni per le attivita’ di Protezione civile – ha spiegato Forconi – oltre a collaborare con la Colonna Mobile regionale per gli interventi in emergenza in territorio regionale ed extra regionale, mettendo in condivisione attrezzature e professionalita’ specifiche di settore per supportare le attivita’ di protezione civile e per garantire la copertura delle emergenze idropotabili sul territorio”.
Il protocollo d’intesa impegna inoltre Regione e Water Alliance per i prossimi 3 anni a promuovere congiuntamente la diffusione della cultura di Protezione civile per la cittadinanza e a collaborare reciprocamente per la realizzazione di percorsi formativi dedicati ai funzionari e volontari di Protezione civile e agli operatori delle societa’ rappresentate da Water Alliance-Acque di Lombardia.

 

Lombardia Notizie

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews