Dalle montagne al mare: trekking del Cai Valfurva sull’isola d’Elba

Ogni tanto bisogna cambiare aria! E allora via verso il mare, ma sempre con un buon paio di scarponi da trekking perchè il bello è proprio camminare alla scoperta di territori nuovi. Per questo trekking si sono iscritti anche dei “foresti”, non solo valtellinesi ma anche lecchesi, segno che le nostre proposte valicano i piccoli confini locali… Il viaggio è lungo, ma gradevole. Si arriva a Piombino e il traghetto ci sbarca sulla bellissima isola d’Elba. Le previsioni meteo promettono bene e dopo i vari incontri con le guide locali ci mettiamo in marcia! La nostra avventura inizia con l’anello del monte Calamita in zona Capoliveri, per poi proseguire verso l’isola di Pianosa dove visitiamo (sempre “pedibus calcantibus”) l’area naturale protetta. In due orette di navigazione, poi, siamo all’isola del Giglio dove ci attende un altro trekking nei vari borghi caratteristici, prima di affrontare quello ben più impegnativo della salita al monte Capanne (mt 1019), un itinerario ad anello con partenza da Marciana. La giornata è spettacolare con vista su tutte le isole dell’Arcipelago Toscano e la Corsica, anche se un po’ di vento ci disturba. Per concludere, visitiamo l’ultima isola, quella della Capraia, con un altro interessante giro a piedi. Ma non è finita qui! L’ultimo giorno, a Porto Azzurro, ci lasciamo tentare da un altro trekking sul monte della Croce (sito appena restaurato con sentieri rimessi a nuovo), che ci regala una vista su tutta l’isola D’Elba.

Una settimana spettacolare con un gruppo fantastico e tutti all’altezza della situazione, accompagnati dalle nostre guide Federica, Antonello, Stefano e dal nostro autista Luigi.

Arrivederci alle prossime avventure con il CAI VALFURVA!

Luciano Bertolina  CAI VALFURVA

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews