MOSTRA DEL BITTO 2019: SVELATO IL NOME DEL PRIMO TESTIMONIAL È DAVIDE MENGACCI, VOLTO DI RETE 4

A poche settimane dalla 112esima edizione della Mostra del Bitto di Morbegno si sta delineando un programma ricco e variegato improntato sulla tradizione, sui prodotti tipici, su tutti il formaggio Bitto, e sul territorio. La proposta della due giorni, sabato 12 e domenica 13 ottobre, copre tutta la città di Morbegno, dal centro storico al Polo fieristico provinciale, per allargarsi ai paesi circostanti, e integrarsi con i due eventi concomitanti, Gustosando e Morbegno in Cantina: un’offerta complessiva per attrarre i visitatori, invitandoli a trascorrere non soltanto un giorno in Bassa Valtellina bensì due. In vista della presentazione ufficiale del programma, prevista per i primi giorni di ottobre, si svelano iniziative e sorprese che caratterizzeranno questa edizione della secolare manifestazione che, come quella precedente, avrà dei testimonial, scelti fra personaggi del mondo della televisione legati alla cucina e all’alimentazione. Da Rete 4, dove da lunedì a venerdì conduce la trasmissione “Ricette all’italiana”, sabato 12 ottobre arriverà a Morbegno Davide Mengacci: trent’anni di piccolo schermo, decine di trasmissioni, simpatia travolgente e una naturale predisposizione all’intrattenimento. Il popolare conduttore per l’intera giornata si muoverà tra il centro cittadino e il Polo fieristico, tra gli stand e i palchi allestiti per gli eventi, per parlare con i visitatori e per promuovere la Mostra del Bitto. Il suo sarà uno show itinerante lungo un giorno intero tra assaggi, interviste e brevi monologhi: i visitatori, sia turisti che convalligiani, avranno l’opportunità di incontrarlo e di intrattenersi con lui per scoprire dal vivo tutta la sua simpatia.

Mengacci è soltanto una, la prima, delle sorprese che riserverà l’edizione 2019 della più importante manifestazione enogastronomica della provincia di Sondrio, manifesto delle tradizioni alpine e vetrina delle eccellenze agroalimentari. Le altre verranno svelate nei prossimi giorni. In questa, ancora più che in altre edizioni, si è concretizzata una grande collaborazione fra enti pubblici, associazioni e operatori privati del territorio, risultato dell’unione d’intenti del Comitato Organizzatore guidato dalla Comunità Montana di Morbegno, con il supporto del Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno, di cui fanno parte anche Regione Lombardia, Provincia di Sondrio, Bim, Comune di Morbegno, Comunità Montane, Camera di Commercio, Consorzio di tutela dei formaggi Valtellina Casera e Bitto, Distretto Agroalimentare e associazioni di categoria. Tutte le iniziative, che coinvolgeranno il mondo produttivo, agricolo e artigianale, quello dell’allevamento, le associazioni che conservano le tradizioni locali, nascono dalle linee guida condivise dal Comitato Organizzatore che puntano sul coinvolgimento del visitatore che potrà vivere più esperienze in una: la degustazione e l’acquisto dei nostri prodotti tipici saranno preceduti da un percorso di conoscenza mediato da esperti assaggiatori e dagli stessi produttori. Formaggi, vini, bresaola, mele, miele, pizzoccheri e dolci tipici con le loro storie: le caratteristiche organolettiche e le tecniche di produzione, sapori e abbinamenti. Storia e cultura s’intrecciano con l’enogastronomia per comunicare l’unicità della tradizione agroalimentare di Valtellina e Valchiavenna.

L’ampia area espositiva, tra il centro storico e il Polo fieristico, che saranno collegati da un servizio navetta gratuito, ospiterà operatori della provincia di Sondrio e della Lombardia, poiché alla Mostra del Bitto è tradizionalmente abbinata la Fiera Regionale dei Prodotti della Montagna Lombarda. Sarà l’aggettivo ‘eroico’, che riassume efficacemente l’impegno e le capacità di chi lavora in montagna, a riunire il formaggio e il vino, il versante orobico e la costiera retica, la Mostra del Bitto, Gustosando in Valtellina e Morbegno in Cantina.

 

Emanuela Zecca

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews