Ambria Jazz: dopo le settimane dedicate al Fuoco e alla Terra stiamo per entrare nelle settimane dell’Acqua e dell’Aria

Eh sì, la prima metà del Festival AmbriaJazz è passata, concerti belli di gran qualità e trekking musicali molto apprezzati. Grande e sentita la partecipazione del pubblico sia ai concerti serali che alle performance in cammino. Le settimane dedicate al Fuoco e alla Terra sono trascorse e stiamo per entrare nelle settimane dell’Acqua e dell’Aria. Le foto artistiche di Alaios Borinelli dedicate ai quattro elementi ci accompagnano sui palchi a ricordarci che la Vita dell’essere umano dipende da essi. Sono sempre presenti anche i pezzotti colorati di Regina Lippl ed i gioielli creati da Sophia Zaccaron ad evocare il simbolo antico del riciclo e contemporaneo di resilienza.

Ma il bello è appena cominciato: infatti dopo i concerti di Chiuro con gli amati Michel Godard e Francesco D’Auria, di Ponte con Arrigo Cappelletti, Fausto Beccalossi e AnnaMaria Musajo, di Berbenno con Raffaele Casarano ed Eric Legnini, il Festival continuerà a Grosio sabato 20 luglio alle ore 21:00 nei giardini di Villa Visconti Venosta, dove Gregory Privat, pianista franco-martinicano, presenterà il suo SOLEY con Chris Jennings al contrabbasso e Tilo Bertholo alle percussioni. Il trio è molto atteso, numerosi infatti i contatti e le richieste di informazioni pervenute agli organizzatori.  In caso di pioggia il concerto sarà nell’antica Chiesa di San Giorgio, splendida architettura cinquecentesca con affreschi di pregevole fattura.

Se l’evento di Grosio è atteso che dire del ritorno del grande trombettista Fabrizio Bosso, stavolta sul palco della Centrale Idroelettrica Boffetto a Piateda, venerdì 26 luglio alle ore 21:00, con STATE OF THE ART, insieme a lui Julian Oliver Mazzariello al pianoforte, Jacopo Ferrazza al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Quella di Piateda sarà una serata speciale in cui sarà possibile assaggiare le squisitezze dei produttori locali, visitare la Centrale idroelettrica Enel Green Power in sintonia con il tema dell’Acqua e passare allo stesso tempo al tema dell’Aria con la visione di un filmato dedicato alla Tempesta Vaia realizzato dalla “Compagnia delle Foreste”. L’uragano che ben ricorderete è transitato anche fra le nostre valli, sarà argomento principale in Ambria nel percorso che faremo con la dottoressa forestale Tiziana Stangoni dalle ore 14:30, ma solo dopo aver ascoltato i canti friulani di Loris Vescovo trio con Caia Grimaz e Leo Virgili previsti per le ore 12:00 nel sagrato della Chiesa, accompagnati dalle letture dell’insostituibile Luigi Zani che troverà come sempre il modo di farci ridere. In occasione dell’evento la strada per Ambria sarà percorribile senza permesso ma è preferibile non abusare dei pochi parcheggi ed arrivarci a piedi, oppure condividere le auto. Come ogni anno gli abitanti di Ambria prepareranno polenta e salsicce per tutti, basta prenotarsi all’arrivo.

Infine dopo una giornata in quota arriverà il concerto serale in Sondrio che vede protagonista il giovane e promettente musicista Jacopo Ferrazza trio con THEATER. Attenzione: il talento di questo giovane musicista sta correndo sulla bocca di molti critici musicali, non lasciatevelo scappare! Tutte le info nel sito web e nei Social di AmbriaJazz.

 

Norma Ghizzo

AmbriaJazz Associazione Culturale

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews