Il Passo dello Stelvio: un unicum da valorizzare

La giornata di oggi è per lo Stelvio – come sottolineato dall’Assessore di Regione Lombardia Massimo Sertori – stupenda.

Sia per il meteo spettacolare, con cielo azzurro ed aria tersa, sia per l’obbiettivo raggiunto di sottoscrizione del Protocollo di Intesa tra Regione Lombardia e Provincia Autonoma di Bolzano per la valorizzazione dell’Area del Passo dello Stelvio.

Dopo alcuni anni di lavoro finalmente le idee di collaborazione, i progetti di riqualificazione, le nuove occasioni di rilancio di un’area così importante e così conosciuta nel mondo trovano concretezza.

La firma del Protocollo di intesa che riassume quanto pensato e condiviso tra Lombardia ed Alto Adige, con il concreto supporto e cappello del Parco dello Stelvio, è stata apposta da Massimo Sertori – valtellinese e Assessore con delega alla Montagna in Regione Lombardia – e dal Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Arno Kompatscher.

Location dell’evento – coordinato dal Rotary Club Bormio Contea – la splendida e panoramica terrazza dell’Hotel Tibet.

Vien da dire “se son rose, fioriranno”, ma davvero mai come questa volta siamo prossimi a riconoscere, attraverso una serie di interventi mirati, quella unicità del Passo dello Stelvio e delle sue strade, che arditamente tracciate quasi due secoli fa dall’ing. Donegani, sono oggi un must ambito da turisti e sportivi provenienti da tutto il mondo.

E’ davvero giunto il tempo del fare, come ricordato dal Presidente Kompatscher, che ha sottolineato l’importanza della società che verrà creata ad hoc e che dovrà operare “coinvolgendo gli operatori del territorio siano essi enti, sindaci, cittadini ed attraverso l’individuazione delle tematiche con specifici gruppi di lavoro. Tematiche piccole ma non secondarie, come lo smaltimento dei rifiuti, oppure più importanti come la riqualificazione e sistemazione dei parcheggi, o la creazione dei servizi ai ciclisti, così da regolamentare un’area importante per permettere a tutti gli utenti di vivere un’esperienza positiva, attraverso una fruizione ecosostenibile”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’Assessore Sertori, che ha ribadito il concetto di utilizzo ecosostenibile e che ha ricordato come “negli ultimi tempi Regione Lombardia ha diminuito il numero di società partecipate, con una sola eccezione e cioè la nuova società che sorgerà dal Protocollo di Intesa per lo Stelvio” ed ha ribadito che “importante sarà il coinvolgimento delle persone che conoscono da vicino la realtà dello Stelvio”.

 

maio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews