I bei tempi andati

Tra gli appuntamenti più attesi dell’estate aprichese certamente spiccano, anche perché giunti alla 15a edizione, i tép d’ina ólta, sabato 20 luglio alle 21:00. Da 15 anni la Contrada S. Maria per una sera fa un tuffo nel passato riscoprendo sapori e tradizioni di un tempo, legati alla vita contadina che caratterizzava il paese fino all’avvento del turismo di massa. La contrada ha mantenuto una sua anima tradizionale e non le è quindi difficile recuperare oggetti del mondo rurale un tempo presenti in tutte le case.

L’architettura raccolta del piccolo nucleo, con angoli pittoreschi, ben si presta per “quadri” di attività quali la battitura della falce e la filatura della lana, così come a gustosi intermezzi con assaggi di piatti più o meno noti della cucina tipica: il panvì, il formaggio locale e la minestra d’orzo, solo per citarne alcuni. I contradaioli, grandi e piccini, in costume tipico, musica dal vivo itinerante, lo scultore del legno ed altre sorprese aggiungono alla serata il giusto spirito di festa.

Chi frequenta la manifestazione da sempre si starà chiedendo: e i vini quest’anno non ci sono? Certamente sì: i vini di Valtellina sono il pezzo forte della serata, realizzata in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini di Valtellina. 14 cantine, più di 40 prestigiosi vini e la possibilità di scegliere tra due diversi percorsi di degustazione attraverso Rossi, IGT, Valtellina Superiore e Sforzati.

L’enogastronomia, la musica e il folklore si danno appuntamento nella suggestiva contrada S. Maria per dare vita ad una festa unica, per celebrare le origini e gli ottimi prodotti delle terre valtellinesi.

 

Tourist Infopoint Aprica

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews