Ennesimo colpo basso per S. Caterina

Dopo l’annullamento della tappa del Giro d’Italia del 28 maggio ,della Cammina e Gusta ( camminata enogastronomica con 500 partecipanti iscritti) del 30 giugno, e della gara internazionale di bike “ Trail Trophy “ ( 250 partecipanti italiani e stranieri di Svizzera-Austria-Germania), è di oggi la notizia che la tappa del giro in Rosa del 9 luglio non farà arrivo al Passo Gavia ma bensì a Cancano.

La chiusura della strada di collegamento con Bormio, chiusa ormai dal 22 giugno, sta portando forti disagi e preoccupazione negli operatori turistici di S.Caterina che ritengono ormai compromessa tutta la stagione estiva.

In arrivo ogni giorno disdette di riservazione su tutto luglio e il paese è caduto in un silenzio desolante .

Tale situazione di precarietà poi non vede alcun spiraglio di risoluzione a breve e medio termine.

Se si considera che S.Caterina è la terza stazione turistica della Valtellina sia come posti letto che presenze alberghiere, dopo Livigno e Bormio, le ricadute negative sugli ingenti investimenti fatti dagli operatori  in questi anni ( hotels- ristoranti-bar- impianti di risalita) saranno incalcolabili.

Risvolti negativi poi si ripercuotono sulla occupazione esterna ( circa 300 addetti) e su tutto l’indotto ( fornitori -addetti alla manutenzione).

Gli operatori  economici e gli abitanti di S.Caterina chiedono a tutti gli enti ( Provincia, Regione, Banche, associazioni di categorie ecc.) una attenzione particolare con degli interventi che possano risollevare in parte questa situazione di preoccupante difficoltà.

 

Il presidente ProLoco Turismo Valfurva

Pedranzini Alberto

 

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews