Torna la Milanesiana a Bormio

Con l’edizione 2019 La Milanesiana raggiunge il traguardo dei vent’anni, un compleanno importante che la rassegna celebra raccontando la speranza, tema portante che unisce i tanti appuntamenti in programma, scelto per l’occasione da Claudio Magris, e dando spazio al ricordo di molti altri anniversari: i 500 anni dopo Leonardo da Vinci, i 150 dopo Carlo Cattaneo, i 40 anni dal riconoscimento delle incisioni rupestri della Valle Camonica come primo sito UNESCO in Italia, i  30 anni dei Teatri Uniti, di Blob, dal crollo del Muro di Berlino e i 50 anni dal primo allunaggio, i 100 dalla nascita di Primo Levi e molti altri ancora.

Lungo e ricco il percorso culturale che si snoda tra giugno e luglio toccando Milano, Bergamo, Bormio, Brescia, Gardone Riviera, Lodi, Pavia, Alessandria, Ascoli Piceno, Firenze, Roma, Torino, Venezia, Verbania. In programma 66 incontri212 ospiti internazionali di 15 paesi e 12 mostre per un totale di 43 giorni cui si aggiunge un’ulteriore giornata speciale: il 29 luglio ad Alessandria l’artista Marco Lodola (Dorno PV, 1955) creerà un monumento dedicato a Umberto Eco.

Il Festival è un’importante occasione di interazione e confronto fra enti, istituzioni, artisti e alcuni tra i principali esponenti del panorama culturale e si realizza grazie all’estro della sua ideatrice, Elisabetta Sgarbi, che ha creato un variopinto laboratorio di idee dove regna un grande senso della ricerca e un costante intreccio fra le varie arti e discipline. La proposta culturale infatti è multidisciplinare: Letteratura, Musica, Cinema, Scienza, Arte, Filosofia, Teatro cui quest’anno si aggiungono anche approfondimenti in tema di  Economia e Diritto.

Per maggiori informazioni www.lamilanesiana.eu 

Lombardia Notizie

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews