Le Olimpiadi sono nostre. Bormio e Livigno a cinque cerchi

E alle 18 la Valtellina è scoppiata in un ideale boato: il CIO (Comitato Olimpico Internazionale) ha assegnato le OLIMPIADI INVERNALI del 2026 a MILANO e CORTINA. Il sogno è ora realtà. E la Valtellina avrà un ruolo importante nell’organizzazione di queste Olimpiadi perché le prove di sci alpino verranno disputate sulla STELVIO di BORMIO e quelle di snowboard e freestyle si terranno a Livigno. Per la Stelvio di Bormio, pista riconosciuta in campo internazionale come una delle più belle del mondo, quella del 2026 sarà la definitiva consacrazione perché dopo due mondiali la pista “più difficile del mondo” è pronta per esordire in una rassegna a cinque cerchi! A Bormio si cimenteranno nella discesa libera, nel Super G, nel Gigante e nello Speciale. A Livigno invece saranno in scena i funamboli dello snowboard e del freestyle. E a Livigno verrà edificata (in zona Aquagranda) anche una struttura che ospiterà il Villaggio Olimpico. Struttura che poi verrà parzialmente riqualificata ospitando in futuro gli atleti che saliranno nel Piccolo Tibet per gli allenamenti oltre ai lavoratori stagionali.

Oggi pomeriggio a Sondrio c’è stata una lunga attesa, con un maxischermo posto in piazza Garibaldi che ha proiettato le immagini provenienti da Losanna. Tanta la gente in piazza, tanti bambini di parecchi sodalizi provenienti da tutta la Valtellina (presenti anche i ragazzi della Bormio Ghiaccio). Tra i big in piazza da segnalare Giorgio Rocca, ex campione di sci alpino, e Martina Valcepina, la specialista dello short track.

E alle 18 in punto c’è stato il tripudio. Quando il delegato del CIO ha letto, in perfetto stile “Notte degli Oscar”, il nome della località delegata ad ospitare le Olimpiadi del 2026… è partita la festa! Stoccolma e Are sono stati battuti, ora come hanno ricordato un po’ tutti gli addetti ai lavori e anche la gente presente in piazza è tempo di rimboccarsi le maniche e di lavorare affinché questa sia una grossa opportunità di crescita. Per tutti. E un’occasione per migliorare le infrastrutture, in primis le strade!

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews