NEL 2017 11,5 MILIONI PER RIDURRE RETTE RSA AI PIU’ FRAGILI

“L’attenzione agli anziani e alle categorie fragili rappresenta una delle grandi linee azione di Regione Lombardia. Con la misura appena approvata, che fa seguito ad una già avviata nel corso del 2017, diamo un supporto concreto, con un voucher di 1.000 euro, a coloro che si trovano in Rsa in maniera stabile per più di 360 giorni all’anno”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in merito all’approvazione della delibera con cui vengono stanziati ulteriori 1,5 milioni di euro, oltre ai 10 milioni già stanziati, per ridurre gli oneri economici delle persone, residenti in Lombardia, ricoverate in Rsa, caratterizzate da particolari complessità assistenziali e permanenza prolungata in struttura.

INTEGRATO STANZIAMENTO – “Avevamo iniziato con uno stanziamento di 10 milioni – ha precisato l’assessore – ma avevamo promesso che avremmo sostenuto tutti coloro che hanno diritto al voucher. Abbiamo verificato che i nostri anziani che si trovano in situazione di difficoltà e fragilità sono 11.460 e quindi abbiamo integrato lo stanziamento con risorse aggiuntive pari a 1,5 milioni di euro. Questo vuol dire che nelle prossime settimane a casa di circa 11.500 famiglie lombarde arriverà un assegno di 1.000 euro”.

DESTINATARI – “Si tratta di una misura importante – ha aggiunto – che interviene concretamente a favore delle persone più fragili come gli anziani o che presentano maggiori livelli di fragilita’ ricoverate in tutte le Rsa accreditate e a contratto
del territorio, classificati nelle classi Sosia 1 e Sosia 2, sia su posti ordinari che in Nuclei Alzheimer, per una durata di
almeno 360 giorni, nel periodo dal 1 ottobre 2016 al 30 settembre 2017″.

OSSERVATORIO – “L’Osservatorio sulle Rsa – ha concluso Gallera – che abbiamo costituito nei mesi scorsi, continuerà il suo lavoro per il monitoraggio del sistema con particolare attenzione alla qualità dei servizi erogati e all’andamento delle rette al quale parteciperanno le Organizzazioni sindacali, l’Anci e i rappresentanti dei soggetti gestori delle Rsa contrattualizzati da Regione Lombardia”.

 

Lombardia Notizie

 

Nursing home

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews