Riuniti a Milano gli Stati Generali del Turismo Regionale

“Possiamo andare orgogliosi di diverse cose in Lombardia, in tema di turismo. Intanto, l’applicazione di una legge che ha rinnovato la normativa; non avevamo una Destination managemen organization (Dmo) regionale, fino a due anni fa: con le Camere di commercio siamo riusciti a mettere in campo una struttura divenuta punto di riferimento per la promozione e la fornitura di servizi in Lombardia: Explora. E’ stato questo il primo successo”. Lo ha spiegato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini, nel corso del talk organizzato nell’ambito degli Stati generali del turismo, a cui hanno partecipato Pietro Modiano, presidente Sea, Giordano Bruno Guerri, storico, giornalista, e presidente del Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, Davide Rampello, regista, e Joe Bastianich, imprenditore.

NUOVO BRAND INLOMBARDIA – “Il secondo – ha continuato l’assessore – è il brand. In Lombardia volevamo spendere per qualcosa che potesse lanciare un territorio nel suo complesso, anche ma non solo i tre brand più noti, Milano, Como e il Garda, e la montagna. Il brand “In Lombardia” è stato pensato per questo. Un brand che non nasconde gli altri brand ma li accoglie e trascina quelli meno conosciuti”.

SIAMO STATI FACILITATORI AGGREGAZIONE – “Abbiamo fatto capire in un comparto che per sua natura è molto disaggregato, fatto di tante imprese molto piccole – ha aggiunto Parolini – che è meglio mettersi insieme e che è più conveniente unire le forze per fare quello che da soli non si riesce a fare: la promozione, la presenza sui mercati internazionali e l’organizzazione di servizi. La Regione fa questo, in modo molto sussidiario. Non facciamo né gli albergatori, né gli organizzatori di eventi; piuttosto siamo dei facilitatori, con le norme, gli stimoli, fornendo servizi. E insistendo sulla formazione”.

LOMBARDIA PRIMA REGIONE TURISTICA – “Vogliamo che la Lombardia diventi la prima destinazione turistica. Per quanto riguarda i ricavi dal turismo straniero siamo già i primi in Italia, per essere primi complessivamente – ha concluso l’assessore – occorre puntare sempre di più sulla qualità, perché è la qualità del rapporto umano che decide del livello di eccellenza dell’esperienza turistica”.

Di seguito, i numeri dell’edizione 2017 del Tourism Act, che si è svolto oggi a Palazzo Lombardia, alla presenza di operatori, associazioni e stakeholders del settore.

– Novecento persone, 6 tavoli tematici, 11 workshop formativi e 200 professionisti del settore. Coinvolto il top management dell’attrattività e dell’accoglienza, del sistema fieristico e dei trasporti, operatori e stakeholder, imprese, associazioni e istituzioni.

– I temi dei tavoli: turismo enogastronomico, culturale e religioso, cicloturismo, formazione e qualificazione del capitale umano, osservatorio turismo e attrattivita’, tavolo istituzionale strategico presieduto dall’assessore allo Sviluppo
economico di Regione Lombardia Mauro Parolini.

Le opportunità formative riguardano: Ecosistema Digitale Turistico; L’Importanza del Brand; Food Meets Tourism; Comprendere i viaggiatori: BigData for Dummies; Turismo oggi: bisogni, reputation e mercati; Come creare una nuova
destinazione turistica; Social Media Marketing; Prodotti esperienziali e servizi; Culto dell’Accoglienza; inLOMBARDIA,
promuoversi insieme; Tavolo Giovani #Internazionale. Turismo: nuove idee per nuovi modi di viaggiare.

I DATI DEL TURISMO LOMBARDO – 16 milioni/anno di arrivi; 38 milioni/anno di presenze. Piu’ di 8 MILIONI di visitatori stranieri

IN ITALIA, LA LOMBARDIA E’: 1° Regione per turismo alberghiero 2° Regione turistica in Italia.

IN EUROPA, LA LOMBARDIA E’: 7° posto per arrivi turistici complessivi; 8° posto per arrivi turistici non residenti; 2° posto (tra le 10 più turistiche) per crescita media 2010-2015 degli arrivi di non residenti

CRESCITA % 2016 SU 2013 – Arrivi: Lombardia 13,2%, Italia 12.5%, Europa 12 %; Presenze: Lombardia 9,5%, Italia 6,9%, Europa 9,5%.

ANNO DEL TURISMO LOMBARDO  (29 maggio 2016 – 29 maggio 2017) – 60,6 milioni di euro impegnati, 9 bandi attivati a sostegno della filiera, 40 iniziative di promozione dell’offerta turistica, partecipazione a 36 fiere ed eventi nazionali ed
internazionali, più di 1300 uscite stampa e 35 tv, 160 video realizzati e 12 shooting fotografici, 175 mila fan su Facebook,
20 mila follower su Twitter con oltre 100mila tweet, 22 mila follower su Instagram con oltre 53mila immagini taggate,
collaborazione e contatto con 1200 blogger di oltre 35 Paesi, 16 tappe dei tour per influencer #inLombardia365.

I BANDI – Bando ‘Turismo e Attrattività” per la riqualificazione delle strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere e dei pubblici esercizi (35 milioni di euro); Bando per valorizzazione del turismo religioso (1,4 milioni di euro): finanziati 9
progetti presentati da partenariati composti da 185 soggetti (Enti non profit, MPMI dei settori Turismo e Commercio, Consorzi di promozione turistica); bando per la promozione e l’infrastrutturazione del cicloturismo (9 milioni di euro):
finanziati oltre 80 soggetti in aggregazione e 160 Enti Locali, investimenti per oltre17,8 milioni di euro; bando ‘Cult City’
per la valorizzazione in sinergia con i Comuni dell’offerta turistica legata alle città d’arte lombarde: stanziati 6,5 milioni di euro che hanno attivato investimenti e iniziative per oltre 13 milioni in 11 capoluoghi di provincia; bando ‘Travel Trade’ per il sostegno e rilancio delle agenzie di viaggio e dei Tour Operator (1,5 milioni di euro): Finanziati 8 progetti
proposti da partenariati composti da Tour Operator, Agenzie di viaggio lombardi e guide turistiche; Bando ‘Wonderfood & Wine’ per la promozione turistica legata all’offerta enogastronomica lombarda (1,2 milioni di euro).

LA FORMAZIONE – E’ stato offerto un cammino di formazione in 9 tappe sul territorio, denominato #inLombard1a, rivolto agli operatori del settore (albergatori, ristoratori, fornitori di servizi, punti informativi e agenzie di promozione turistica locale, che ha fornito strumenti di base concreti sulle migliori modalità di accoglienza turistica e digitalizzazione.
All’iniziativa di formazione hanno partecipato, ad oggi, circa 900 persone.

THE FLOATING PIERS – Tra i grandi eventi Regione Lombardia ha supportato i Comuni lacustri nello sviluppo di un piano di promozione pre, durante e post evento all’installazione dell’artista Christo The Floating Piers, la passerella tra
Sulzano e Montisola sul lago d’Iseo, che ha accolto oltre 1,2 milioni di visitatori.

NUOVO BRAND – E’ stato creato il nuovo brando inLombardia per promuovere la Lombardia turistica in Italia e nel mondo. Un marchio inclusivo, immediato e ottimale per le strategie web, che è utilizzato con successo dai territori e che declina la ricchezza esperienziale dell’offerta turistica regionale.

NUOVI INFOPOINT – Gli uffici di informazione e accoglienza turistica sono stati completamente ridisegnati: nuovo logo,
quattro diverse tipologie, apertura anche ai privati, nuovi servizi innovativi e integrati, informazioni in lingua straniere. Sono stati impiegati 5,8 milioni di euro, è stato aperto un nuovo Infopoint in Fiera Milano Rho ed è in corso l’adeguamento per 90 Infopoint regionali, tra cui la nuova apertura dell’Infopoint gate dell’Aeroporto di Orio al Serio.

ALTRE INIZIATIVE – Progetto ‘Sapore in Lombardia’ per la promozione del turismo enogastronomico attraverso format,
iniziative, strumenti, testimonial (Gualtiero Marchesi) e palinsesti che hanno dato visibilità al territorio e alle sue eccellenze; progetto inBici InLombardia per la valorizzazione dei percorsi cicloturistici; progetti interregionali di
promozione dell’offerta turistica con Liguria, Piemonte, Emilia-Romagna, Veneto, Provincia autonoma di Trento e Valle
D’Aosta.

 

Lombardia Notizia

 

copertinavallecetta

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews