La famiglia Rezzoli in Valfurva: ricerca speciale del Museo Vallivo

Interessante ricerca quella condotta da Ilde Bonetti Testorelli, presso gli archivi parrocchiali e comunali di Valfurva, allo scopo di ricostruire i legami di parentela della famiglia Rezzoli, attualmente residente in Val Bregaglia e in parte della Svizzera interna, ma agli inizi del 1800 parte integrante del tessuto sociale furvese.
La responsabile del museo Vallivo era stata contattata qualche mese fa da Laura Rezzoli, una discendente di Amadio Rezzoli, classe 1823, con la richiesta di rintracciare i consanguinei ancora presenti sul territorio di origine.
Scrupolose ricerche hanno consentito di delineare la fisionomia della famiglia Rezzoli:Amadio risulta coniugato con Bettolini Maria dalla quale ebbe una prole numerosa. Si è a conoscenza del fatto che i dieci figli fossero nati tutti in Valfurva, ma non delle loro particolari, successive vicende esistenziali. Pare che due di essi, un maschio ed una femmina fossero morti in tenera età; che Giovanni avesse preso moglie e si fosse trasferito a Milano; si sa pure che la sorella Paola fosse convolata a nozze con Luigi Compagnoni, anch’ esso nativo di Valfurva. Certo è che Valentino Santo Davide, nato nel 1869 svolgesse la professione del calzolaio e che all’età di 14 anni fosse emigrato in Val Bregaglia; che Prudenza si fosse sposata con Giuseppe Vitalini, detto ” Mogn” di S.Gottardo. Nessuna informazione è stata reperita invece sul conto dei rimanenti quattro figli di Amadio.

Dalla consultazione degli antichi mappali comunali, dalla documentazione disponibile e dagli studi contenuti nel testo “L’ incendio di S, Antonio Valfgurva- 10 aprile 1899 si evince che Prudenza, Valentino, Paola e Battista fossero intestatari di abitazioni in S.Antonio e che i medesimi avessero ricevuto un sussidio economico a causa delle perdite subite in seguito al terribile incendio che nel 1899 distrusse l’intero abitato.
Per quanto riguarda le relazioni di parentela della moglie dello stesso Amadio, sono state individuate due sorelle di Maria Bettolini: Elisabetta e Domenica. La prima andò in sposa ad un conterraneo: pare che i suoi figli fossero bonariamente chiamati i ” Beton” a causa della corporatura robusta e dal carattere forte e decisivo della madre; Caterina invece sposò un Bedognè originario dell’omonima località della vicina Valdisotto.
Grazie alle ricerche svolte, nelle giornate del 17 e 18 giugno 2017, in un clima festoso, un consistente numero di discendenti e parenti dell’Amadio Rezzoli ha potuto finalmente incontrare i ritrovati parenti della Valfurva: in particolare i discendenti di Prudenza e di Paola. Insieme hanno ripercorso le vicende della famiglia e visitato l’antico stabile in cui vivevano la famiglia Rezzoli e le sorelle Bettolini. Questa appassionante indagine storica apre un nuovo capitolo dei ferventi studi di cui da anni si fa promotrice l’Associazione Museo Vallivo della Valfurva e restituisce alla comunità frammenti preziosi della sua storia.

Associazione Museo Vallivo Valfurva

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews