“Leggere la montagna”: iniziativa da record in provincia di Sondrio

Il Consorzio del Bacino Imbrifero Montano dell’Adda, nello scorso fine settimana, si è fatto portatore in loco dell’iniziativa “Leggere le montagne” inserita nella Convenzione delle Alpi per la celebrazione dell’International Mountain Day.
Si tratta di un’iniziativa di caratura internazionale per promuovere la cultura alpina valtellinese tramite la valorizzazione dell’ambiente naturale alpino della provincia di Sondrio, le aree boschive in particolare. Il Bim ha promosso quattro giorni (da giovedì 8 a domenica 11) di eventi, tutti gratuiti; giovedì e sabato visite delle zone boschive con esperta di foraging (alla scoperta delle proprietà nutritive e terapeutiche del bosco), domenica 11, presso la sede, la giornata chiamata “Il bosco: cibo, terapia, musica e magia”.
In particolare, per i bambini delle scuole elementari venerdì 9 dicembre c’è stato lo spettacolo di teatro/danza (replicato più volte) con cui era rappresentata la leggenda del capriolo del Palabione, al piano terra degli uffici di Lungomallero Diaz 18, dove è stato allestito un “bosco fatato” per l’ambientazione. Bravissimi i ragazzi della Civica Scuola di Musica, Arte e Teatro di Sondrio che hanno messo in scena la vicenda. Per tutte le iniziative, fra le quali domenica c’era il concerto del Coro Cai di Sondrio, la partecipazione è stata da record.

“Abbiamo valorizzato – dice il presidente del Bim Carla Cioccarelli – le tradizioni e le leggende legate al bosco e all’ambiente naturale alpino più in generale quali strumenti, da un lato per trasmettere valori e saperi alpini, dall’altro per migliorare la conoscenza delle bellezze del territorio e delle sue potenzialità quale risorsa alimentare e terapeutica. Come nel 2015 siamo stati promotori di un’iniziativa che si sviluppa a livello mondiale. Scoprire la cultura alpina attraverso ‘Leggere le montagne’ e la fitoalimurgia è stata un’esperienza bella e formativa perchè siamo cittadini privilegiati di una regione alpina e dobbiamo recuperare usi e conoscenze anche per sviluppare economia e turismo. Grazie a Provincia e Parco delle Orobie per la collaborazione e alla curatrice Chiara Del Curto”.

Ufficio stampa Bim Sondrio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews